Miele italiano: crolla la produzione, aumentano le aziende

Miele italiano: crolla la produzione, aumentano le aziende

Nonostante il calo della produzione di miele aumenta il numero delle aziende in Italia che, negli ultimi cinque anni, sono cresciute del 27%. La crescita è legata al sempre maggiore successo del miele come alimento della dieta quotidiana e grazie alla crescente attenzione per il benessere psicofisico. Secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Ismea gli acquisti delle famiglie hanno fatto registrare un balzo del 5,1% nel 2017.

Il clima impazzito e gli agenti infestanti hanno causato un crollo nella produzione di miele che si attesta intorno alle 10.000 tonnellate. Questo ha comportato un aumento dell’importazione di miele, soprattutto dai Paesi dell’Est. Tant’è che ben 2 barattoli su 3 di miele in Italia contiene miele straniero. “Oltre 1/3 del miele importato – spiega la Coldiretti – viene dall’Ungheria ma un flusso consistente di oltre il 10% arriva dalla Cina, paese ai vertici per l’insicurezza alimentare”.

Per evitare di acquistare prodotti di bassa qualità il consiglio è di leggere attentamente l’etichetta prima dell’acquisto e di ricercarlo direttamente dai produttori nelle aziende agricole. Infatti sul nostro territorio non sono ammesse coltivazioni Ogm, al contrario di quanto avviene in Cina. “La parola Italia deve essere obbligatoriamente presente sulle confezioni di miele raccolto interamente sul territorio nazionale mentre nel caso in cui il miele provenga da più Paesi dell’Unione Europea, l’etichetta – continua la Coldiretti – deve riportare l’indicazione “miscela di mieli originari della CE”; se invece proviene da Paesi extracomunitari deve esserci la scritta “miscela di mieli non originari della CE”, mentre se si tratta di un mix va scritto “miscela di mieli originari e non originari della CE”.

In Italia esistono una cinquantina di varietà di miele, da quello di acacia a quello di eucalipto, dal millefiori (il più diffuso) al miele di tiglio, da quello di melata a quello di piante aromatiche come il timo, il rosmarino o la lavanda. Viene utilizzato per addolcire tisane o bevande calde, per preparare dolci o come rimedio naturale contro i malanni di stagione. Il miele possiede proprietà antisettiche e antibatteriche, è ricco di antiossidanti, fornisce al nostro organismo sostanze essenziali come potassio, fruttosio e sodio, fortifica i muscoli e favorisce la digestione.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post