Mirtilli, 150g al giorno per ridurre il rischio di infarto

Mirtilli, 150g al giorno per ridurre il rischio di infarto

di Ivana Tramontano

I mirtilli sono un frutto gustosissimo che dovrebbe essere consumato costantemente per via dei suoi tanti benefici. Soprattutto quelli neri possiedono importanti principi salutari.

Grazie alle notevoli proprietà antiossidanti sono ottimi per proteggere la salute degli occhi, contro l’azione dei radicali liberi, per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo, migliorano la funzione cognitiva del cervello, la pressione del sangue, hanno proprietà antinfiammatorie.

Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’University of East Anglia in collaborazione con i colleghi di Harvard, consumare 150 grammi di mirtilli ridurrebbe del 15% il rischio di malattie cardiovascolari. Il merito spetterebbe alle antocianine, ovvero i flavonoidi responsabili del colore rosso e blu dei mirtilli.

Per sei mesi sono stati monitorati 138 soggetti in sovrappeso o obesi, affetti da sindrome metabolica e di età compresa tra i 50 e i 75 anni. Ai partecipanti è stato poi chiesto di mangiare ogni giorno o 150 grammi o 75 grammi di frutti liofilizzati. Ad un terzo gruppo, invece, è stata somministrata una dose placebo di soli coloranti artificiali e sapori. I risultati hanno riscontrato miglioramenti concreti della funzionalità vascolare e della rigidità arteriosa, nonché una riduzione del rischio cardiovascolare tra il 12 e il 15%.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post