Nuova allerta alimentare, noto mix di farine ritirato dal mercato: “Pericolo allergene non segnalato”

Si tratta di un mix speciale di farine molto noto. Il ritiro è scattato in tutta Italia, vediamo i dettagli della nota pubblicata sul sito del Ministero della Salute. 

Mix farine azienda Perugia bloccate rischio allergene non segnalato
Mix farine (Foto di akeeris AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

In Gazzetta nelle scorse ore è stato bloccato un parafarmaco per “rischio chimico per presenza nel prodotto dell’allergene arachide” non segnalato.

Ricordiamo che gli allergeni pericolosi per la salute umana sono 14, ovvero glutine, crostacei e prodotti a base di crostacei, uova e prodotti a base di uova, pesce e prodotti a base di pesce, arachidi, soia, latte, frutta a guscio, sedano, sesamo, senape, lupini, anidride solforosa e solfiti, molluschi.

Entriamo nel merito e vediamo lotto e marchio incriminato.

Marchio e lotto dell’integratore bloccato, attenzione massima

Essendo stato richiamato per la presenza di allergene arachide non segnalato in etichetta, sono a rischio solo i consumatori allergici/intolleranti alla sostanza. Tutti gli altri non hanno problemi nell’acquisto e consumazione del prodotto.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Addetto controllo qualità
Addetto controllo qualità (Foto di hedgehog94 AdobeStock)

Nello specifico la denominazione di vendita è Mix sfoglia 500 g prodotto da Revolution Srl. 

Nello specifico il mix sfoglia è composto da amido di frumento deglutinato, amido di mais, destrosio, zucchero a velo, fibre vegetali (barbabietola, psyllium), lecitina di soia, sale, gomma di guar, idrossipropilmetilcellulosa.

Il lotto bloccato è il 180222 venduto in confezioni da 12 pz collo, la data di scadenza o termine ultimo di conservazione indicata è esattamente un anno dopo, il 18/02/23.

Il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato è Revolution Srl prodotto nello stabilimenti di Stada Battifoglia 12r, 06132 Sant’Andrea delle Fratte (PG).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup 

Nella nota ministeriale si avverte che l’operatore del settore alimentare deve inoltre provvedere al richiamo cioè, è obbligato ad informare i consumatori sui prodotti a rischio, anche mediante cartellonistica da apporre nei punti vendita.

Le persone allergiche invece alla sostanza arachide invece sono tenuti a riportarlo nel più vicino punto vendita per il cambio merce immediato.