Il modo migliore per mangiare le mele: lo dice la scienza

“Una mela al giorno, toglie il medico di torno” anche se dipende in che maniera la ingerisci. Esiste infatti un modo migliore per mangiare le mele stando a quanto narra la scienza. Andiamo a scoprire insieme di cosa stiamo parlando.

migliore modo mangiare mele
Il miglior modo per mangiare le mele (PublicDomainPictures da Pixabay)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Biscotti salati al formaggio più buoni che mai. Con questa ricetta sorprenderai tutti
  2. Salame al cioccolato, ricetta di Cracco. Il tocco dello chef che nessuno si aspettava
  3. Risotto dello stalliere, il piatto della primavera con solo 3 ingredienti. Possono farlo tutti

Un antico proverbio narra il fatto che mangiando una mela al giorno tutti i problemi di salute verranno risolti grazie alle proprietà di questo frutto.

Ovviamente si tratta di un’esagerazione nonostante l’alimento in questione offra numerosissimi benefici a tutto l’organismo.

Infatti risultano poco caloriche ma molto sazianti; contengono moltissimi antiossidanti, utili per la lotta contro i radicali liberi e dunque l’invecchiamento; favoriscono il buon transito nella zona intestinale essendo ricche di fibre.

Proprietà e benefici però variano in base al modo in cui questo frutto si mangia. Esistono 3 maniere principali, ovvero cruda, cotta o essiccata. Entriamo nel dettaglio ed argomentiamo meglio il tema chiarendo qual è il miglior modo per mangiare le mele.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Il modo migliore per mangiare le mele: il frutto crudo

Mangiare il frutto crudo dunque lavandolo ed asciugandolo unicamente è un ottimo modo per assumere grandi quantità di fibre ed acqua.

Oltre a favorire il transito nel tratto intestinale, le feci e l‘idratazione, questi due elementi in combinazione forniscono a questo alimento un potere saziante fuori dall’ordinario. Con una singola mela si possono non sentire i richiami della fame per diverse ore!

mela cruda cotta essiccata
Mela rossa (PublicDomainPictures da Pixabay)

Al contrario di come si pensa, non va mangiata unicamente come spuntino o come colazione: possiamo anche tagliarla a dadini per comporre un’insalatona fuori dal normale.

In alternativa può essere sminuzzata e messa dentro lo yogurt oppure frullata insieme ad altri ingredienti per realizzare una centrifuga sfiziosa.

Mela essiccata

Innanzitutto bisogna dire che al contrario della mela cotta, quella essiccata mantiene tutte le proprietà nutritive ed i macronutrienti riscontrabili nell’alimento fresco.

Possono essere essiccate tranquillamente ai fornelli di casa: bisognerà lavare ed asciugare bene il frutto e tagliarlo a fettina sottili attraverso il soccorso di un mandolina.

In seguito dovranno essere disposte su una teglia (mai sovrapposte però!) ed infornarle ad una temperatura non troppo alta (compresa tra gli 80 e i 100° C).

In tal modo avrete essiccato le vostre mele, perfette per uno snack in cui i richiami della fame si fanno sentire e non si vuole sgarrare con una bustina di patatine fritte.

Mela cotta

Preparata in maggior modo in inverno, si tratta di un classico rimedio della nonna con il quale si possono combattere i malanni di stagione come raffreddore ed influenza.

Nonostante durante la cottura alcune vitamine vadano perdute, l’alimento in questione cotto in tal maniera resta super salutare per il nostro organismo.

benefici proprietà mela
Mela cotta (Roses_Street da Pixabay)

Consumata con regolarità essa aiuta la circolazione sanguigna periferica ad esser maggiormente fluida, contrasta la stitichezza, allevia il mal di testa e combatte contro il senso di nausea.

Infine, qual è il miglior modo di mangiare le mele? La risposta è ambigua in quanto dipende dai benefici che state ricercando. Nonostante ciò che sia cotta, cruda o essiccata, “Una mela al giorno toglie il medico di torno“.