Non buttare il nocciolo della pesca! Il trucco per avere un albero in terrazza a costo zero

Sono le ultime pesche di stagione, non buttare via il nocciolo contenuto all’interno. Ti insegniamo come far crescere un albero forte e sano direttamente nel tuo poggiolo di casa o in giardino. 

Tagliare la pesca
Pesca tagliata (Foto di Steve Buissinne da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

L’autunno non è solo il mese delle zucche, i funghi porcini e le castagne. Abbiamo già visto infatti che è anche la stagione ideale per coltivare i lamponi – avete letto l’articolo “Lamponi, questo è il periodo migliore per piantarli: cosa aspetti?” – ma anche le pesche.

Non si tratta infatti di uno scherzo ma bensì di un appunto da fare per avere poi durante la primavera degli alberi da frutto ben radicati e pronti per iniziare la loro stagione nel pieno vigore.

Per far crescere un albero di pesche non vi basterà un anno, ma vedrete i primi frutti almeno tre anni dopo aver piantato il seme sul terriccio. L’importante è però portarsi avanti ora e non perdere il momento migliore dell’anno per iniziare la semina.

Vediamo tutti i passaggi per avere il vostro angolo di alberi da frutto direttamente a casa vostra. Non serve necessariamente il pollice verde, pochi passaggi alla portata di tutti!

Albero di pesche in terrazzo, step by step da osservare con cura

Per aumentare le probabilità che il nocciolo germogli ti consigliamo di piantarne diversi in modo da aumentare le chance di avere tra 3-4 anni dei bei frutti succosi a chilometro 0.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Non buttare il nocciolo della pesca! Il trucco per avere un albero in terrazza a costo zero
Nocciolo della pesca (Foto @blog.everli.com)

I passaggi sono semplici ma vanno rispettati con estrema cura:

  • Inserire il nocciolo privato della polpa circostante all’interno di un vasetto di acqua dove va lasciato almeno 3 notti;
  • Travasare il seme all’interno di un sacchetto di plastica ermetico con della terra umidiccia ricca di azoto (i coltivatori consigliano di eliminare la parte esterna del nocciolo per agevolare la germinazione ma il risultato è indifferente alla fine). Nel sacchetto il nocciolo (che andrà inumidito all’occorreza) si creerà quel microclima necessario per darlo germogliare. Ricordate: un nocciolo per sacchetto e riporlo in un luogo secco a temperatura costante intorno ai 10-18 gradi° C;
  • Il seme va lasciato nel sacchetto fino a fine gennaio, quando è giunto il tempo di travasarlo in un vaso di terra più grande ed idoneo alla germinazione.
Non buttare il nocciolo della pesca! Il trucco per avere un albero in terrazza a costo zero
Albero del pesco (Pinterest)

In primavera se tutto è stato fatto correttamente vedrete il vostro alberello fare le prime foglie, entro 3 anni anche i primi frutti. Conservate sempre il vaso del pesco in un luogo riparato dove non ci sono troppi sbalzi termici (caldo-freddo) e neppure troppa luce diretta. Innaffiare all’occorrenza.