Non mangi glutine? E’ più difficile trovare il partner

Non mangi glutine? E’ più difficile trovare il partner
LA PREPARAZIONE

Le persone senza glutine possono dover lottare per trovare l’amore. Più del 40% delle persone sarebbe riluttante a uscire con qualcuno che evita la proteina che si trova nel grano, nell’orzo e nella segale, secondo uno studio recente. Indipendentemente dal fatto che le persone siano intolleranti al glutine o meno, altri ritengono che siano egoisti, esigenti e difficili da accontentare.

Nel primo studio di questo tipo, i ricercatori della Western Connecticut State University hanno chiesto a 161 adulti di frequentare  qualcuno privo di glutine. I partecipanti hanno espresso qualche esitazione a frequentare un individuo che non mangia glutine. Altre 132 persone hanno preso parte a finti appuntamenti online, dove gli è stato detto di “immaginare di andare al primo appuntamento con un individuo che dichiara di aderire a una dieta priva di glutine”.

Circa il 31% si aspetta che quelli che seguono una dieta priva di glutine siano schizzinosi, mentre il 14% li giudica egoisti, esigenti, arroganti e difficili da accontentare. Altri li descrivono come lamentosi, critici, giudicanti e controllanti. E quando si tratta di appuntamenti, quasi il 10% delle persone si preoccupa che la metà senza glutine li giudichi in base a ciò che mangiano. Ma il 6% delle persone pensa che i consumatori privi di glutine siano comprensivi e il 3% si assume anche che siano felici, energici e autodisciplinati.

Lo studio ha anche rilevato che coloro che seguono una dieta priva di glutine sono considerati più femminili. Ciò può essere dovuto al fatto che il piano alimentare è considerato positivo per il corpo. Alcuni partecipanti hanno affermato che sarebbero stati più comprensivi se una persona avesse escluso il glutine a causa di un’allergia piuttosto che solo perché stavano seguendo un trend di salute.

Circa 1,7 milioni di persone negli Stati Uniti e l’1% della popolazione del Regno Unito sono affetti da celiachia. Se un malato di celiachia mangia anche una piccola quantità di glutine, può sopportare il dolore addominale, la stitichezza e la flatulenza. La condizione può anche portare a infertilità e cancro se un paziente continua a mangiare glutine a lungo termine. Una dieta priva di glutine è l’unico trattamento.

Ma 2,7 milioni di persone negli Stati Uniti seguono una dieta priva di glutine anche se non sono intolleranti alle proteine. Le statistiche per il Regno Unito sono sconosciute. Ciò è dovuto in gran parte al fatto che ritengono erroneamente che la proteina non sia salutare.

Questo studio arriva dopo che gli scienziati dell’Università di Chicago lo scorso anno si sono avvicinati di un passo allo sviluppo di un vaccino per la celiachia. Hanno scoperto che la malattia può essere causata dal reovirus piuttosto che dalla genetica. I bambini sono comunemente infettati con il reovirus nello stesso periodo in cui il glutine viene introdotto nella loro dieta, il che potrebbe innescare la condizione nelle persone geneticamente predisposte.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post