“Non usatelo per gli alimenti destinati a bambini o donne incinte”:…

“Non usatelo per gli alimenti destinati a bambini o donne incinte”: scatta l’allarme

LA PREPARAZIONE
di Marco

Il Comitato sicurezza alimentare ha lanciato un allarme sulla carta argentata: non può essere utilizzata per alimenti destinati a bambini o donne incinte.

carta argentata
“Non usatela per alimenti destinati a bambini e donne incinte”

 

L’allarme lanciato dal Comitato sicurezza alimentare (Cnsa) con una nota e video pubblicati sul portale del Ministero della Salute è abbastanza inquietane: riguarda un elemento molto comune nelle cucine degli italiani e non solo. Si tratta, infatti, della carta argentata che, stando a quanto si riporta, è sconsigliata per avvolgere alimenti per bambini e donne incinte. Inoltre, spesso, questo tipo di carta viene impiegata anche per la cottura del pesce al cartoccio. Al contatto col forte calore, può “portare a un superamento della dose massima stabilita” che può generare danni anche molto seri.

Dose settimanale tollerabile di alluminio

Ne avete mai sentito parlare? Già nel 2008 l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa) descrive che dev’essere di 20 per un bambino di 20 kg e 70 mg per un adulto di 70 kg. Sono, ovviamente, informazioni che vengono fuori da studi condotti negli Stati membri. Come si legge, “indicano una significativa probabilità di superamento di tale dose nei bambini e nei giovani poiché maggiormente esposti all’alluminio contenuto negli alimenti”. Al momento, il Ministero della Salute parla anche di un ipotetico piano nazionale che vuole dedicare la giusta attenzione al “rischio di patologie, come quelle neurologiche o ossee, anche attraverso uno studio osservazionale caso-controllo”.

Stando a quanto si apprende, il Ministero della Salute divulga l’allarme sull’uso corretto dell’alluminio a tutti i cittadini. Tra le raccomandazioni: fare attenzione all’etichetta, accertandosi che tutto ciò che viene realizzato con alluminio siano idonei al contatto col cibo. Inoltre, si raccomanda di evitare di farlo venire a contatto con cibi che risultano essere acidi o salati. Inoltre, nella carta alluminio si dovrebbe conservare un alimento per più di 24 ore solo in frigo o in congelatore. A temperatura ambiente, invece, si possono conservare soltanto cibi secchi come, ad esempio, il caffè.

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post