Noodles soup kimchi ritirati dagli scaffali, rischio chimico alto

Si tratta di una specialità tutta coreana quella che il Ministero ha ritirato dagli scaffali nelle ultime ore, si parla di rischio chimico elevato per i consumatori.

Scaffali del supermercato
Scaffali del supermercato (Foto di phpetrunina14 AdobeStock)

Ieri è stata una giornata impegnativa per il Ministero che ha bloccato dagli scaffali dei supermercati soprattutto etnici un prodotto della cucina coreana abbondantemente diffuso anche in Italia da diversi anni.

Il rischio ha coinvolto stavolta una zuppa a base di kimchi per pericolo “presenza di 2-cloroetanolo oltre i limiti di legge”. Si tratta di composto organico incolore altamente tossico con un odore di etere (dolce e caratteristico) facilmente tossico.

Per chi invece si stesse chiedendo cos’è il kimchi rispondiamo subito: si tratta di un è un piatto tradizionale coreano, fatto di verdure fermentate con varie spezie (come aglio in polvere, peperoncino in polvere, scalogno e zenzero) e frutti di mare salati.

Non ce n’è una sola varietà ma diverse anche se tutte hanno le verdure (cavolo napa e ravanelli giapponesi) come ingrediente principale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Nuova allerta alimentare, ritirati due lotti di latte per l’infanzia contaminato. Rischio microbiologico alto

Lotto nel mirino, tutti i dettagli da conoscere

Denominazione di vendita Nongshim instant noodles soup kimchi venduti in confezioni monoporzione da 120 g e lotto di produzione uguale alla data di scadenza, 19/05/2022.

Noodles soup kimchi
Noodles soup kimchi (Foto di Cats Coming da Pexels)

Il marchio del prodotto, nonché il marchio di identificazione dello stabilimento e nome del produttore è Nongshim Co. Ltd Corea del Sud. Distribuito da Asia express food Bv, sede dello stabilimento Kilbystraat 1 8263 CJ Kampen Nederland

Il nome o ragione social dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato invece è Store Srl Prato (PO) 59100 via Tiziano 7.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Allerta alimentare, richiamate alette di pollo Carrefour per rischio chimico

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup 

Nella nota del Ministero di legge di prestare massima attenzione alla comunicazione e ai prodotti in dispensa. Se già presenti in casa non consumarli e riportarli nel punto vendita più vicino per il cambio merce immediato anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge.

Si legge anche di contattare il proprio medico o la guardia medica in caso di ingestione del lotto incriminato, soprattutto in caso di “eccessivo malore”.