Noto salame ritirato dai supermercati: “Doppio pericolo gravissimo”

Trattasi stavolta di un salame ritirato per rischio salmonella e listeria. Sul sito del Ministero della Salute è stata segnalata una nuova allerta alimentare con blocco immediato da tutti i supermercati. 

Salame ritirato mercato Salmonella Listeria Villani Spa
Salame (Foto di ChiccoDodiFC AdobeStock)

LE RICETTE PIU’ LETTE DI OGGI:

La Listeria colpisce ancora e stavolta non da sola visto che è stata riscontrata la possibile presenza anche si Salmonella nello stesso lotto di prodotti insaccati.

Ricordiamo che la Listeria monocytogenes è un batterio presente nell’acqua, sul terreno e di conseguenza anche sulla piante (ortaggi e fiori) e può arrivare a contaminare diversi alimenti, tra cui latte, verdura, formaggi molli, pesce, carni poco cotte.

Per questo batterio sono a rischio maggiormente i neonati, donne incinte e le persone che soffrono di patologie gravi immuno-debilitanti.

Anche la Salmonella è un batterio che provoca infezioni gastrointestinali più o meno gravi che richiedono cure adeguate o, nei casi peggiori, il ricovero.

Tra i sintomi principali legati alla Salmonella ricordiamo diarrea, dolore addominale e occasionalmente vomito e leggera febbre, che di solito regrediscono da soli in alcuni giorni. Anche in questo caso le persone più a rischi sono sempre neonati, bambini, anziani e persone con un sistema immunitario indebolito.

In entrambi i casi, evidenziando sintomatologia sospetta, consultare sempre il proprio medico o la guardia medica più vicina per un consulto immediato.

Entriamo ora nel dettaglio e capiamo di cosa si tratta stavolta ed il lotto interessato dalla nota ministeriale che ha scosso i cittadini italiani nelle ultime ore.

Salame cacciatore nel mirino, brand e lotto richiamato dal Ministero

Ennesimo caso di ritiro urgente da parte del Governo che sul suo portale ha comunicato il blocco del noto prodotto in quanto “non conforme ai requisiti di sicurezza alimentare. Possibile presenza di Salmonella e Listeria m“.

Controllo qualità di uno stabilimento
Controllo qualità di uno stabilimento (Foto di Ivan Traimak AdobeStock)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Nello specifico si tratta del Salame Cacciatore (lotto cartone 1326212) venduto in confezioni da 170 g/sfuso con data di scadenza riportata al 15/07/22.

Il numero di lotto bloccato è il L 240222 – 26/01/22, prodotto dall’azienda Villani Spa (IT-41051), Via E. Zanasi 24, Castelnuovo Rangone, in provincia di Modena.

Villani Spa è anche il nome del produttore e il nome o ragione sociale dell’OSA a nome del quale il prodotto è commercializzato. La raccomandazione del Ministero è sempre la stessa anche in questo caso.

Non consumare assolutamente il prodotto se già presente in casa e di riportarlo nel punto vendita più vicino per il cambio merce immediato anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup 

In caso di manifestazioni di sintomi sospetti dopo aver ingerito il salame contattare immediatamente il medico di base per svolgere tutti gli accertamenti del caso e trovare la soluzione farmacologica più idonea.