Nuova allerta salmonella: richiamato insaccato per contaminazione batterica. La nota del Ministero

Il Ministero della Salute assieme a Coop nelle scorse ore ha diramato una not per avvertire i consumatori del nuovo ritiro presso i punti vendita.

Salame ritirato mercato presenza salmonella dettagli lotto
Salame (Foto di mali maeder da Pexels)

La Coop ha richiamato dal mercato nazionale di un lotto di salame Strolghino Terre Ducali per rischio contaminazione da salmonella. In questa settimana sono già diverse le segnalazioni ed i blocchi fatti proprio per via di questo batterio feroce per la salute dei consumatori.

Anche stavolta l’avviso del Ministero è quello di non consumare il prodotto se già in case e di riportarlo nel punto vendita per il cambio merce anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge. Vediamo il lotto segnalato.

Salmonella nell’insaccato, ecco il brand e il lotto nel mirino

La notizia è stata diramata sul sito del Ministero e della catena di supermercati Coop dove si legge la nota dell’allerta alimentare relativa a un lotto di Salame Strolghino, pubblicata in data 22 ottobre 2021.

Salmonella insaccato dettagli prodotto lotto marchio
Supermercato (Pixabay)

Il prodotto soggetto al ritiro è il Salame Strolghino Terre Ducali 260 g. Il marchio del produttore è Prosciuttificio San Michele Srl mentre lo stabilimento di produzione ha sede in via Cavo 16, 43037 Lesignano de’ Bagni, in provincia di Parma. Il prodotto viene venduto sfuso mentre il lotto bloccato è il S213503.

La nota riporta la spiegazione: “Non conformità microbiologica – presenza salmonella”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Uova categoria A bloccate per rischio Salmonella, consumatori in allerta

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Tra i sintomi principali di tale batterio ricordiamo nausea e vomito, diarrea, crampi addominali, febbre più o meno intensa, mal di testa, sangue nelle feci, affaticamento e vertigini, dolore muscolare. In caso di tale sintomatologie chiamare sempre il proprio medico curante per avere indicazioni sulla giusta profilassi da compiere.