Olio di semi di cumino nero: antico elisir di lunga vita

Olio di semi di cumino nero: antico elisir di lunga vita

L’olio di semi di cumino nero è un toccasana per la salute che ben pochi conoscono. Ricco di antiossidanti è considerato un alleato contro il cancro, contro virus, batteri e funghi. Le sue proprietà sono conosciute sin dai tempi dell’antico Egitto e se ne parla anche nel Vecchio Testamento.

Il cumino nero, il cui nome scientifico è Nigella Sativa, è universalmente riconosciuto come un potente rimedio naturale. Originario del Nord Africa, i semi di cumino nero sono impiegati nel trattamento delle patologie respiratorie, di problemi cardiovascolari, per contrastare problemi di digestione e renali, per disturbi della pelle e alzare le difese immunitarie. Ricco di vitamine A e del gruppo B, di sali minerali e antiossidanti, è perfetto contro l’azione dei radicali liberi, quindi per prevenire i tumori, il diabete e le malattie cardiovascolari.

Il cumino nero è indicato per la salute della pelle, contro dermatiti, acne, eczema, orticaria ed edemi, contro la pelle secca e per ridurre la comparsa di cicatrici. Ma è molto utile anche per la salute dei capelli, rendendoli più lucenti, forti e idratati.

Il cumino nero è particolarmente indicato anche nelle diete dimagranti, per regolare i livelli di zucchero nel sangue, per tenere bassi i livelli di colesterolo cattivo e dei trigliceridi. Migliora la fertilità maschile: l’assunzione giornaliera di 5 ml di olio di semi di cumino nero migliora la qualità degli spermatozoi nelle persone con problemi di fertilità. Ma aumenta anche i livelli di testosterone. Infine aumentano la memoria, l’attenzione e migliorano le funzioni intellettive. Bisogna però tenere presente che l’estratto di semi di cumino nero non deve essere assunto durante la gravidanza perché può provocare l’aborto.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post