Omega 3: cosa sono, a cosa servono e dove si trovano

Omega 3: cosa sono, a cosa servono e dove si trovano

Sentiamo parlare sempre più spesso di omega 3. Cosa sono, a cosa servono e in quali alimenti si trovano?

Gli omega 3 sono grassi polinsaturi che non incidono negativamente sul livello di colesterolo nel sangue. Sono grassi detti “essenziali”, ovvero che non possono essere sintetizzati dall’organismo, ma devono essere integrati attraverso la dieta.

Gli omega 3 regolarizzano in maniera naturale il livello di trigliceridi e di colesterolo nel sangue, prevenendo patologie molto gravi del sistema cardiovascolare. L’effetto fluidificante si traduce anche in una minore aggregazione delle piastrine nel sangue, facendo diminuire il rischio di trombi e svolgendo una funzione ipotensiva sulla circolazione sanguigna. Inoltre hanno un effetto antiinfiammatorio su tutto l’organismo, favoriscono la salute degli occhi e del cervello, prevenendo la demenza e l’Alzheimer.

Gli omega 3 si trovano nel pesce e quindi è consigliabile consumare almeno tre porzioni settimanali (da evitare le fritture). In primo piano ci sono il tonno, il salmone e il pesce azzurro (sgombro, aringhe, alici e sardine).

La fonte vegetale più ricca di omega 3 sono i semi di chia, che contengono anche fibre e antiossidanti che aiutano a combattere l’invecchiamento e i radicali liberi. Come vanno consumati? Lasciateli in ammollo in acqua per una decina di minuti e si possono consumare al naturale in un’insalata, in una macedonia di frutta, oppure si possono aggiungere allo yogurt.

I semi di canapa, la farina e l’olio da essi ricavato, sono ricchissimi di omega 3, omega 6, sali minerali e vitamine indispensabili per la salute dell’organismo. Tra gli altri alimenti vegetali ricchi di omega 3 annoveriamo l’avocado, la verdura a foglia larga, la frutta secca, specialmente le noci e le mandorle.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post