Pancake red velvet fit, senza zucchero e low carb 190 kcal di pura bontà

I pancake red velvet fit sono la versione low carb della colazione americana per eccellenza, ma in versione colorata.

red velvet pancake
Red velvet pancake con yogurt bianco e mirtilli (foto da Instagram di @gustissimo)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Quando si parla di cucina americana non si può, riferendosi al mondo dei dolci, non pensare alla Red Velvet e ai Pancake.

La prima è torta di “velluto” rossa ideata, un po’ per combinazione a dire la verità, nella pasticceria più famosa di New York, la Magnolia; i secondi, invece, sono le frittelle più conosciute al mondo e molto amate da americani e non solo per la colazione.

Dalla combinazione di queste due ricette nascono i pancake red velvet, frittelle ibride che negli anni si sono prese un posticino nel cuore e nelle bakery made USA. A questa combo noi aggiungiamo però che i pancake red velvet possono essere realizzati anche in versione fit.

Un modo per non rinunciare al gusto pur tenendosi in forma, questi pancake, infatti, hanno solo 190 kcal e sono tutte di pura bontà.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Pancake fit low carb

Senza coloranti, senza zucchero e low carb, i red velvet pancake sapranno come conquistare il cuore e il palato degli amanti del fitness. Vediamo, allora, come si preparano.

pancake
Pastella per pancake classici (fotod a Adobestock)

INGREDIENTI

  • 1 uovo
  • 2 albumi
  • 10 g di farina di cocco
  • 1 cucchiaino di cacao amaro in polvere
  • 30 g di barbabietola
  • Stevia qb.
  • Succo di limone qb.

PROCEDIMENTO (circa 15 minuti)

Preparare questi red velvet pancake fit vedrete è davvero semplicissimo: iniziate lavando e sbucciando la vostra barbabietola, quindi tagliatela in pezzi più piccoli e versatela nel boccale di un mixer.

Aggiungete, a questo punto, gli altri ingredienti e quindi: l’uovo intero con i due albumi, la farina di cocco (che è circa 1 cucchiaio, ndr), il cacao amaro in polvere, qualche goccia di succo di limone e infine lo stevia a piacere (o se preferite anche qualche altro dolcificante naturale, ndr).

Frullate il tutto per il tempo necessario ad ottenere una pastella abbastanza densa e cremosa.

pancake fit
Cottura dei pancake (foto da pexels di cottonbro)

A questo punto non vi resta che cuocere i vostri pancake fit su di una padella antiaderente, basterà qualche minuto per lato, disporli su di un piatto e accompagnarli come preferite, noi consigliamo yogurt greco bianco e un po’ do frutta fresca.