Paposcia pugliese, l’alternativa alla pizza perfetta per un pranzo veloce sotto l’ombrellone

La paposcia pugliese è una golosa alternativa alla classica pizza che è perfetta da consumare nei momenti di relax sotto l’ombrellone come pranzo estivo

Paposcia pugliese
Paposcia pugliese (foto da Instagram @habitue_loungebarpizzeria)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

I pranzi sotto l’ombrellone sono sempre un momento un po’ delicato perché occorre capire cosa mangiare senza appesantirsi troppo e pregiudicarci troppo la giornata al mare.

Questo però non significa rassegnarsi all’idea di un evergreen come l’insalata di riso oppure in alternativa rinunciare ad una merenda appetitosa.

Il giusto compromesso può essere rappresentato da una paposcia pugliese, una gustosa variante alla classica pizza che però garantisce di sicuro più leggerezza e un gusto unico.

Si tratta di un pan focaccia tipico della zona del Gargano il cui nome nasce dall’insolita forma allungata che ricorda una ciabatta vecchia, in dialetto pugliese detta appunto paposcia.

Paposcia pugliese, la ricetta

La paposcia pugliese è da anni riprodotta un po’ in tutta Italia tant’è vero che si può tranquillamente trovare nel banco del pane del supermercato ma realizzarla in casa è vi darà una soddisfazione unica.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Paposcia pugliese
Paposcia pugliese (foto da Instagram @camperandoforte)

INGREDIENTI

  • 850 di farina 00
  • 540 ml di acqua tiepida
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • 20 gr di lievito fresco
  • Sale q.b.

PROCEDIMENTO

Per realizzare la vostra paposcia pugliese iniziate a sciogliere in un po’ di acqua il lievito incorporando poi pian piano la farina fino ad amalgamare il tutto.

Aggiungete poi al composto l’olio extravergine e alla fine il sale. Continuando poi a lavorare l’impasto con le mani applicando una notevole forza dopodiché lasciate riposare su un tagliere per circa 10 minuti.

Passato questo tempo ho correrà fare le pieghe all’impasto per far così entrare la giusta aria al suo interno che ci farà ottenere le famose alveolature.

Ripetete quest’operazione per tre volte ad intervalli di mezz’ora quindi tagliate l’impasto formando sei panetti di circa 280 grammi, formate quindi delle palline e lasciatele riposare in frigo per 24/48 ore.

Togliete i panetti dal frigo almeno 8 ore prima di quando avete intenzione di cuocerli. Lavorateli con le mani fino ad ottenere la classica forma allungata della paposcia.

Lasciatele quindi cuocere in forno impostato alla massima potenza per circa 10 minuti e quindi sfornatele farcendole poi come vi suggerisce il gusto.

Paposcia pugliese
Paposcia pugliese (foto da Instagram @pummarella_san_severo)

L’ideale sarebbe usare prodotti che, come appunto la paposcia, sono tipici della meravigliosa puglia un esempio è la famosa cacio ricotta del Gargano magari semplicemente accompagnandola con la rucola.