La parigina napoletana, come si prepara e perché si chiama così

Nei bar e rosticcerie di Napoli viene venduta come “parigina” o “p’ ‘a riggina” ma come mai questa pizza rustica è conosciuta con questo appellativo?

Parigina napoletana ricetta facile origine nome
Parigina napoletana (@morsidistile.com)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Esiste in Italia una pizza rustica che non è realizzata nelle pizzerie ma bensì nelle panetterie, nei bar e rosticcerie di Napoli dove da secoli esiste anche una diatriba legata al suo nome.

La si conosce infatti sia come “parigina” scritto tutto attaccato, e “p’ ‘a riggina” alla maniera napoletana. Il nome si fa risalire alla dominazione borbonica, in cui i re e reali per riprendere la moda francese della colazione salata chiesero di realizzare un piatto veloce che desse l’illusione di trovarsi alla corte di Versailles.

La prima rosticceria che ne ha rivendicato però la paternità è quella di Sant’Antonio ad Afragola nel 1970 anche se come abbiamo detto, la leggenda racconta sia una pizza di origini ben più antiche legate al Regno delle Due Sicilie.

Sono anche rarissimi i locali in cui la si può davvero mangiare cotta a puntino e davvero golosa per iniziare al meglio la giornata. Vediamo come si può preparare a casa nostra.

Ingredienti e preparazione delle parigina napoletana

Si tratta di un pezzo rettangolare di pizza e pasta sfoglia composto da uno strato di pomodoro, mozzarella e prosciutto il tutto cotto nel forno e servito caldissimo.

Sugo acido come evitarlo
Il sugo di pomodoro (Foto di FomaA AdobeStock)

Esistono molte versioni di pizza parigina, c’è quella senza pomodoro, quella con la farcia di mortadella, mentre a volte la si trova anche con il ripieno di peperoni e melanzane.

INGREDIENTI

Per la base:

  • 300 g di farina 0
  • 200 g di farina manitoba
  • 400 ml di acqua
  • 1, 5 g di lievito di birra secco
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • 11 g di sale
  • 1/2 cucchiaino di zucchero

Per il ripieno:

  • 300 g di passata di pomodoro
  • 150 g di prosciutto cotto
  • 300 gr di Provola o Caciocavallo
  • 2 cucchiai di olio extravergine
  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 1 tuorlo d’uovo
  • Sale qb.

PREPARAZIONE (circa 60 min)

Per la preparazione della pizza seguite la nostra ricetta veloce senza lievitazione, pronta da infornare che permette di ridurre drasticamente i tempi necessari per la realizzazione della parigina.

Stendere l’impasto quindi in una teglia rettangolare ben oleate e schiacciare con i polpastrelli in modo che questo aderisca bene alla base. Preriscaldare il forno statico a 200° C.

Sulla base della pizza stendere uno strato consistente di polpa di pomodoro e di prosciutto, infine con le fette di formaggio. Ricoprire la pizza con la pasta sfoglia eliminando eventuali bordi in eccesso, spennellare con il tuorlo dell’uovo e bucherellare con i robbi della forchetta.

Cuocere la parigina in forno caldo nella parte bassa del forno per 15 minuti, poi trasferirla nella parte centrale e proseguire la cottura per altri 20-25 minuti fino a doratura della sfoglia in superficie.

Profumo cibo dona felicità
Forno (Foto di brizmaker per AdobeStock)

Attendere qualche minuto che si raffreddi, quindi tagliarla a rettangoli con un rotellina da cucina e servire. È ottima non solo il fine settimana ma anche da portare in vacanza per qualche picnic sull’erba.