Pasta allo scarpariello, la vera ricetta napoletana come vuole la tradizione

Uno dei piatti classici della cucina napoletana nato nei quartieri Spagnoli, poverissimo ma amato da tutti proprio per la sua estrema semplicità di realizzazione.

Pasta allo scarpariello ricetta napoletana facilissima
Pasta allo scarpariello (Foto @ricettapizzanapoletana.it)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Non c’è una data certa della sua nascita ma la leggenda vuole che la pasta allo scarpariello sia stata definita e poi sempre più sperimentata a Napoli nei quartieri Spagnoli.

Qui infatti vi erano molte fabbriche di “scarpari, ovvero chi produceva le scarpe e gli zoccoli per lavorare. La “leggenda” racconta che proprio in queste fabbriche sia nato questo piatto che significa proprio “pasta del calzolaio”, un piatto poverissimo fatto di pochi e semplici ingredienti, che di solito le moglie portavano ai mariti nelle botteghe a pranzo.

Ingredienti e preparazione della pasta alla scarpariello napoletana

Oggi è uno dei piatti più amati, soprattutto in estate, i napoletani lo adorano e anche noi, con la sua descrizione, speriamo di farvelo apprezzare per la sua estrema facilità di esecuzione e facilità.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

pasta con pomodorini e asparagi
Pomodorini datterini (foto da pixabay di lukasbieri)

INGREDIENTI

  • 360 g di mezzani
  • 1 barattolo di pomodorini rossi San Marzano
  • 2 spicchi d’aglio
  • Olio extravergine di oliva qb.
  • Basilico fresco qb.
  • Peperoncino secco qb.
  • 30 g il Pecorino Romano Dop
  • 30 g Parmigiano Reggiano Dop
  • Sale e pepe qb.

PREPARAZIONE (circa 25 min)

Il primo passaggio è mettere a scaldare l’acqua e quando bolle gettare il sale e la pasta che deve cuocere al dente. Nel frattempo lavare e tagliare in 4 i pomodorini che andranno inseriti in un padella capiente con l’olio, il peperoncino tritato e l’aglio intero sbucciato così sarà più facile rimuoverlo.

Soffriggere per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto, mantenendo il fuoco basso ed il coperchio. Una volta che il sugo di datterini sarà pronto togliere l’aglio e aggiungere il sale, pepe e delle foglie di basilico.

Aggiungere anche un mestolo di acqua di cottura così si creerà una deliziosa cremina. Scolare la pasta al dente conservando un paio di mestoli di acqua di cottura e versarla direttamente nella padella con il condimento proseguendo la mantecatura per un paio di minuti.

Basilico fresco conservarlo cubetti ghiaccio
Basilico fresco (Foto di rh2010 AdobeStock)

Se troppo densa, aggiungere al bisogno acqua di cottura perchè il sughetto risulti cremoso. Lontano dal fuoco unire i due formaggi grattugiati e aggiustare di pepe.

Impiattare con altro basilico e un filo di olio a crudo. Buon appetito!