Pasta con i broccoli arriminati, il primo palermitano da provare assolutamente

La nostra nazione è ricca di cultura a livello culinario: dovunque vai c’è un piatto tipico che ti solleticherà il palato. Oggi vediamo la ricetta completa della pasta con i broccoli arriminati, un primo piatto palermitano da non farsi scappare!

pasta broccoli arriminati
Pasta con i broccoli arriminati (Canva)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Salame al cioccolato, ricetta di Cracco. Il tocco dello chef che nessuno si aspettava
  2. Risotto dello stalliere, il piatto della primavera con solo 3 ingredienti. Possono farlo tutti
  3. Omega3, come capire quando mancano: 7 segnali che invia il corpo

Quando anche il Commissario Montalbano parla di una pietanza significa che non c’è nulla di più buono: la pasta con i broccoli arriminati infatti entra nel mondo letterario di Camilleri nella puntata “Ladro di merendine”.

Stiamo parlando di un primo piatto tradizionale della cucina palermitana che fa della salsa di broccolo il suo punto forte. Con il termine arriminati si indica la mescolatura in tegame dopo la prima cottura.

Senza perderci dunque in chiacchiere o in ulteriori indugi, andiamo a scoprire insieme come si realizza comodamente ai fornelli di casa questa primizia.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Ingredienti e preparazione della pasta con i broccoli arriminati

Stiamo parlando di broccoli inappropriatamente però: infatti a Palermo con questo termine si indica il cavolfiore verde comune.

pasta con cavolfiore
Cavolfiore verde comune (Canva)

Un ultimo accorgimento prima di tuffarci del tutto nella ricetta: la tradizione vorrebbe che tutti usassimo una sarda salata ma ultimamente scarseggia sul commercio. Potrete dunque in alternativa inserire dei comuni filetti di acciughe.

INGREDIENTI (dosi per 4 persone):

  • 350 g di bucatini
  • 15 g di pinoli
  • mezza cipolla
  • 600 g di cavolfiore
  • olio extravergine di oliva qb.
  • 4 filetti di acciughe sott’olio
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 35 g di passolina
  • una bustina di zafferano
  • peperoncino qb.
  • 8 cucchiai di pangrattato
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • sale qb.

PREPARAZIONE (circa 35 minuti):

Per prima cosa lavate il broccolo e lasciatelo in ammollo per 10 minuti. Fate dunque la stessa cosa con pinoli e passolina. A questo punto lessate il broccolo in acqua salata sempre per 10 minuti. Quindi scolateli e lasciateli da parte.

Nel frattempo realizzate un piccolo soffritto con olio extravergine di oliva, mezza cipolla e un peperoncino. Non appena la cipolla diviene trasparente aggiungete le acciughe al soffritto.

A fuoco dolce, lasciate sciogliere completamente le acciughe, quindi aggiungere passolina e pinoli, ben scolati dall’acqua. Fatto ciò, aggiungete anche il cavolfiore ed alzate la fiamma.

Aprite poi uno spazio al centro della padella e fate soffriggere per qualche secondo anche lo zafferano. Ricordate di miscelare sempre gli ingredienti in modo che non si attacchino.

Fate cuocere il tutto per 10 minuti. Nel frattempo mettete sul fuoco l’acqua per la pasta e salatela solamente ad ebollizione.

pasta ebollizione acqua
Ebollizione dell’acqua in pentola (Canva)

Mentre la pasta cuoce, in una piccola padella tostate la mollica con un po’ d’olio e lo zucchero. Scolate la pasta molto al dente e unite al condimento in padella.

Tenere un po’ di condimento da parte per la guarnizione. A fuoco bassissimo maneggiare per 3 minuti. Infine non vi resterà che fare delle porzioni e gustarvi con calma questa sfiziosità.