Pasta con crema di zucca e tartare di gamberoni: un tocco gourmet

La pasta con crema di zucca e tartare di gamberoni è un piatto molto semplice da preparare, ma con un dettaglio che lo rende sofisticato e adatto ad un’occasione speciale. Ecco come realizzarla in pochi facili passaggi.

pasta crema zucca tartare gamberoni ricetta
Pasta con crema di zucca e tartare di gamberi (Pinterest – fbwatch)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Crema di zucca, finocchio e crostini: un piatto autunnale delicatissimo
  2. Torta di mele e mandorle, colazione low carb senza glutine. Golosissima!
  3. Cavolfiore, ti aiuta a risolvere il problema che hanno tutti: da mangiare assolutamente

Basta solo qualche piccolo elemento ricercato e raffinato per trasformare un semplicissimo piatto in una preparazione gourmet elegante e perfetta da servire per il pranzo o la cena di una ricorrenza o un’occasione in cui si vuol fare bella figura.

La pasta con crema di zucca e tartare di gamberoni ha un sapore delicato e sofisticato che unisce la dolcezza di quest’ortaggio protagonista della stagione autunnale con un tocco di mare dal sapore anch’esso tenue in un connubio ben riuscito.

La crema di zucca per condire è un condimento semplice e rustico, sicuramente saporito in modo leggero e avvolgente perché riveste la pasta, preferibilmente corta, con una consistenza che deve essere fluida al punto giusto rimanendo anche un pò densa, se piace.

La tartare di gamberoni, che si realizza molto facilmente in poche mosse, impreziosisce e regala un sapore affascinante  che conquista.

Ecco allora la ricetta di questo primo tutto da gustare, con gli ingredienti che occorrono e passo dopo passo quello che c’è da fare per portarlo in tavola e stupire gli ospiti.

Ingredienti e preparazione della pasta con crema di zucca e tartare di gamberoni

C’è un segreto per ottenere una cremosità strepitosa: si aggiunge la robiola, o un formaggio simile, per rendere vellutata e setosa la crema, insaporita precedentemente da aromi, in un tripudio di bontà.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

pasta crema zucca tartare gamberoni ricetta
Crema di zucca (Pinterest – mammapretaporter.it)

INGREDIENTI (per 6 persone)

  • 500 g di pasta corta
  • 400 g di zucca (Delica o Butternut)
  • 1 spicchio d’aglio
  • Alloro q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato q.b.
  • 100 g di robiola
  • 10 gamberoni
  • 1/2 limone
  • Olio extravergine di oliva q.b.

PREPARAZIONE (45 minuti circa)

Per prima cosa bisogna preparare la tartare perché ha un tempo di riposo. Dopo aver pulito i gamberoni e quindi aver eliminato la testa, il carapace e il filamento interno che è l’intestino, tagliarli a piccoli pezzettini. 

Condire con un pò di sale, un filo d’olio, una manciata di prezzemolo tritato e una spolverata di pepe nero. Poi aggiungere la scorza grattugiata del mezzo limone e irrorare con il succo. 

Mescolare bene e lasciare a macerare in frigorifero per 30 minuti circa. Nel frattempo preparare la crema di zucca. Sbucciare la zucca e tagliarla a cubetti, poi metterla in padella con un giro d’olio, lo spicchio d’aglio e qualche foglia di alloro, ne basteranno 2 o 3.

Lasciar rosolare per qualche minuto, subito dopo aggiungere un bicchiere di acqua calda e far cuocere circa 15 minuti a fuoco medio-basso finché non si sarà ammorbidita.

Se l’acqua si assorbe aggiungerne altra. Salare, pepare e poi, quando risulta morbida frullarla con il mixer ad immersione.

Bisogna ottenere una crema liscia e vellutata. Se occorre aggiungere un filo d’acqua per diluire la consistenza. Infine unire la robiola e amalgamare bene, questo favorirà l’effetto setoso del risultato.

Intanto cuocere la pasta in abbondante acqua salata e quando è pronta scolarla al dente e unirla alla crema di zucca. Mescolare per amalgamare, aggiungere un filo di olio a crudo e dopo aver impiattato versare una cucchiaiata per porzione di tartare di gamberoni.

pasta crema zucca tartare gamberoni ricetta
Gamberi sgusciati (Foto di Shutterbug75 da Pixabay )

Se si vuole, si può dare un’ulteriore mescolata, ma per rendere il piatto più scenografico la tartare può essere lasciata in superficie. Non rimane che assaporare il piatto subito per gustarlo caldo nel momento migliore.