Pasta fredda: come averla perfetta ed evitare l’errore che commettono in…

Pasta fredda: come averla perfetta ed evitare l’errore che commettono in tanti

LA PREPARAZIONE
di Marco

Come evitare l’errore che commettono in tanti con la pasta fredda ed averla perfetta da servire ai nostri ospiti

Pasta fredda errore
La pasta fredda: come evitare l’errore che commettono tutti

Si avvicina l’estate e pertanto c’è bisogno di piatti freschi e leggeri per alimentare il nostro organismo. Addio, quindi, alla pasta al forno. E diamo finalmente il benvenuto alle insalate. Di riso, di pasta, di tutto. Oggi, però, vogliamo parlarvi di alcuni segreti per una pasta fredda all’insalata perfetta, dandovi modo allo stesso tempo di evitare qualche errore durante la preparazione della stessa. E’ vero, un’insalata non è mai così difficile da preparare. Si può – e, anzi – si deve cuocere in anticipo quando si hanno ospiti a cena. Magari, la si può cuocere di mattina per poi servirla a cena. E i metodi per raffreddarla non sono così scontati. Infatti, è proprio lì che sbagliano in tanti. Vediamo un po’ cosa fare…

Come cucinare la pasta fredda: l’errore che fanno in tanti

La pasta fredda è sempre un piatto molto comodo. Lo si può preparare in anticipo e magari si torna a casa col piatto già pronto in frigorifero o in dispensa. Se, però, si pensa ad una improvvisata con la pasta fredda, diciamo che non è proprio l’ideale. Esistono alcuni escamotage che, a nostro dire, non sono così validi per servirla in fretta. Ad esempio, alcuni la passano sotto l’acqua fredda della fontana per farla raffreddare in pochi minuti. In questo modo si perde tutto il sapore della nostra pasta che non sarà più al dente ma molliccia. E’ per questo che sconsigliamo questo metodo. La pasta va lasciata raffreddare naturalmente. Niente improvvisate, per un buon piatto e per stupire i vostri ospiti la si deve preparare obbligatoriamente prima.

Altro trucco per la pasta fredda è scolarla qualche minuto prima rispetto alla pasta normale. La regola dice che dev’essere al dente, perché poi nel tempo comincerà ad essere sempre più morbida e noi di sicuro non vogliamo della pasta che ha il sapore e la consistenza di quella scotta.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post