Pasta alla Gattopardo, la più buona ricetta svuotafrigo direttamente dalla Sicilia

La pasta alla Gattopardo è una delizia siciliana capace di venire in soccorso di chi ha poco tempo a disposizione e bisogno di usare gli ingredienti presenti in frigorifero

Pasta alla gattopardo
Pasta alla gattopardo (foto da Instagram @gemma_sacco)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La Sicilia è una terra ricca di sapori e tradizioni semplici soprattutto quando si parla di cucina e in particolare molti suoi piatti nascono dalla saggezza contadina.

Uno dei primi più cucinati dalle brave massaie siciliane è senza dubbio la pasta alla Gattopardo che si prepara in pochi minuti e in più utilizza ingredienti facilmente reperibili in dispensa.

La particolarità di questa pasta sta nel fatto che è composta da sapori non peculiari dell’isola eppure, come suggerisce anche il nome, lì è nata e si è fatta apprezzare.

Una fama iniziata negli anni ’80 che, dopo una fase di declino, ha ritrovato nuovo splendore probabilmente grazie proprio alla sua preparazione molto semplice.

In un periodo in cui il tempo è sempre troppo poco e la voglia di fare la spesa spesso manca la pasta alla Gattopardo ci permette di mangiare bene e con poco.

Pasta alla Gattopardo, la ricetta

La meraviglia della pasta alla Gattopardo sta tutta nella cremosità del suo sughetto capace di deliziare il palato e regalare, con semplicità, un sapore intenso.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Pasta alla gattopardo
Passata di pomodoro (foto da Instagram @assperr_group)

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 600 ml di passata di pomodoro
  • 100 g di mortadella a fette
  • 100 g di prosciutto a fette
  • Mezza cipolla bianca
  • 350 g di pasta corta
  • 50 ml di panna per cucina
  • 3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • Sale q.b.
  • Parmigiano grattugiato q.b.

PROCEDIMENTO

Per preparare la vostra gustosissima pasta alla Gattopardo iniziate a tagliare la cipolla molto finemente e lasciatela imbiondire insieme all’olio in una padella antiaderente.

A questo punto potrete versare la passata di pomodoro lasciandola cuocere per circa un quarto d’ora usando una fiamma molto bassa.

Intanto, aiutandovi con un mixer, tritate la mortadella e il prosciutto insieme avendo cura di non ridurli in purea ma lasciando qualche pezzettino più grande.

Unite quindi il composto al sugo e insaporite con un pizzico di sale e un po’ di noce moscata mescolando per bene prima di lasciar cuocere per altri 15 minuti.

Quando mancherà poco potrete anche aggiungere la panna da cucina creando così una deliziosa cremina.

Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua, salatela quando sarà arrivata al punto di ebollizione e quindi buttate la pasta.

Scolate la pasta quando è ancora bella al dente e versatela nella padella insieme al sugo, alzate quindi la fiamma e lasciate mantecare per bene unendo anche un po’ di formaggio grattugiato.

Pasta alla gattopardo
Prosciutto cotto (foto da Pixabay di Gábor Adonyi)

A questo punto la vostra pasta alla Gattopardo è pronta per essere impiattata e gustata magari con l’aggiunta di un’altra spolverata di Parmigiano.