Pasta pericolosa per la salute, fai attenzione: il dettaglio da non trascurare

La pasta, in alcuni casi, potrebbe apportare tantissimi problemi alla salute: vediamo il dettaglio che non devi trascurare quando la compri.

Pasta pericolosa salute dettaglio
Pacco di pasta (Foto di ifeelstock per AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

  1. Pasta patate e cozze, la ricetta tradizionale tramandata secondo la ricetta delle nonne napoletane
  2. Agnello arrosto, il secondo dal gusto delicato ideale per un pranzo in famiglia
  3. Crostata intrecciata di fragole, ricetta veloce e dall’aspetto uguale a quella in pasticceria

La pasta è senza il minimo dubbio un prodotto imprescindibile per gli italiani: tutti preparano piatti fenomenali utilizzando proprio questo preparato fatto con il grano (ma può essere fatto anche con altri ingredienti).

In questi anni è aumentato notevolmente il numero di aziende che commercializzano la pasta: sugli scaffali dei supermercati e delle salumerie potete trovare un numero incredibile di pacchi.

Anche le varietà sono innumerevoli: c’è la pasta integrale, quella semplice, quella colorata, quella senza glutine, e così via.

Per quanto riguarda la forma, esistono veramente diversi tipi di pasta. Ci sono i maccheroni, gli spaghetti, i tubetti, le farfalle, le pennette, i rigatoni, i vermicelli.

Secondo il pensiero diffuso, la pasta potrebbe apportare problemi alla salute se non si monitora un dettaglio importante: cerchiamo di approfondire la questione.

Pasta pericolosa per la salute: il dettaglio da non trascurare

Secondo alcune importanti ricerche condotte da GranoSalus, ci sono residui di glifosato nella pasta anche di alcuni famosi brand italiani.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Pasta pericolosa salute dettaglio
Farfalle e spaghetti (Foto di Odintsov per Pexels)

Le tracce, va detto, non superano mai i limiti stabiliti dalla legge: la sua presenza tende però a spaventare i consumatori.

Il glifosato è un erbicida sistemico più diffuso su scala mondiale: è stato brevettato dalla celebre Monsanto. Questo prodotto serve per combattere le erbe infestanti prima della semina. Negli ultimi anni, viene usato anche nella fase di pre-raccolto per mantenere i campi puliti.

In Italia, l’uso del glifosato è vietato nella fase di pre-raccolto (quando i prodotti sono vicini a passare sulle nostre tavole) e soprattutto nelle zone frequentate dagli esseri umani.

Secondo la International Agency for Research on Cancer, il glifosato potrebbe essere un potenziale cancerogeno per l’uomo.

La presenza della sostanza nella pasta ha ovviamente allarmato i cittadini. Gli italiani, quando devono acquistare la pasta, possono tranquillamente leggere i dettagli riportati sulla confezione, cercando di capire la provenienza del grano.

Pasta pericolosa salute dettaglio
Pasta (Foto di Nielsen per Pexels)

Negli ultimi anni, con gli smartphone è possibile anche analizzare il codice a barre presente sul pacco di pasta: si aprirà subito una pagina web in cui vengono riportati dettagli di ogni tipo.