Pastasciutta, com’è nata e perché la si chiama così?

É stato il tormentone dell’estate dei record, ma ha una storia lunga e diversi rimpalli. Quindi, perché la chiamiamo pastasciutta?

fettuccine
Fettuccine (foto da Pixabay)

Ne dovete mangiare ancora di pastasciutta“, si rivolgeva così agli inglesi Leonardo Bonucci, difensore della nazionale che dopo la vittoria all’europeo di calcio vinto a Londra contro a squadra di casa, prendeva un po’ in giro gli avversarsi.

Da quella è stata una escalation. La vittoria all’europeo ha fatto solo da apripista all’estate delle grande imprese sportive, e non solo, degli azzurri. Ne sono usciti fuori meme che hanno invaso i social, battute diffuse, con il calciatore e il compagno Chiellini che cavalcano l’onda.

La frase di Bonucci però è rimasta e quel “ne dovete ancora mangiare di pastasciutta” voleva indicare la forza del team azzurro rispetto agli avversari, a partire innanzitutto dalla buona tavola.

Ma com’è nata la pastasciutta e perché la chiamiamo proprio così?

Leggi -> Carboidrati, la scienza li assolve: proteggono il cuore

Storia e terminologia della pastasciutta

pasta fredda
foto Unspalsh

La pasta ha origini antichissime; leggende varie rimpallano la nascita tra i popoli dell’Italia e la Cina, ma avere un quadro veritiero è quasi impossibile. Antenati della pasta odierna risalgono alla Magna Grecia e all’Etruria, ne parlano anche Cicerone e Orazio nei loro scritti.

Sicuramente però possiamo dire che la pasta è il simbolo per eccellenza della cucina italiana e anche il luogo dove la si prepara meglio. E allora da dove viene la pastasciutta?

Il termine è stato introdotto agli inizi del 1900 prima di quel momento veniva comunemente chiamato maccherone che probabilmente deriva da ammaccare ovvero schiacciare e quindi il riferimento alla lavorazione della pasta.

Il termine pastasciutta in se deriva però dalla semplicità con cui si prepara la pasta ovvero dal processo che parte dalla cottura in acqua calda e arriva alla scolatura, a quel punto la pasta diventa appunto asciutta.

Oggi la pasta la troviamo di tantissime forme e preparate con diverse farine, ma in antichità non era così, esistevano solo le làgana le attuali lasagne e gli ytria ovvero gli spaghetti.

Leggi anche -> Quali sono gli orari giusti per mangiare? Consigli utili per consumare i pasti