Perdita dei capelli: un frutto può evitare l’alopecia

Perdita dei capelli: un frutto può evitare l’alopecia

di Ivana Tramontano

La perdita dei capelli è normale e si verifica su base giornaliera, ma può anche essere temporanea o permanente e una parte normale dell’invecchiamento. Per coloro che cercano un modo per prevenire la perdita dei capelli, mangiare castagne d’acqua giapponesi potrebbe essere la risposta.

La castagna d’acqua giapponese è una pianta che cresce su stagni e laghi e ha un frutto commestibile simile a una noce. Ed è questo frutto che viene ora discusso come “un potenziale trattamento per l’alopecia”. Un nuovo studio condotto da esperti dell’Università di Hannam, in Corea del Sud, afferma che l’estratto del frutto aumenta il numero di cellule della papilla dermica umana nel cuoio capelluto, le cellule che regolano la crescita dei capelli. E potenziando queste cellule nei follicoli piliferi, ha eliminato la caduta dei capelli e ha stimolato anche la crescita dei capelli.

La chiave della nuova ricerca sono le papille dermiche, o “DP”, cellule trovate nei follicoli piliferi e che comunicano con altre cellule “epiteliali” vicine, controllando la formazione del fusto del capello. Più cellule DP sono presenti, più sana è la crescita dei capelli. E gli scienziati dell’Università di Hannam hanno scoperto che incubando le cellule DP con l’estratto di castagna d’acqua giapponese in realtà “stimolava la proliferazione delle cellule DP” e “la progressione del ciclo cellulare indotta”.

L’autore principale Kim Young-Min ha aggiunto: “Il moderno ambiente di vita stressante ha aumentato l’incidenza dell’alopecia e il crescente interesse per la cura della pelle ha alimentato l’attenzione sociale sul trattamento della caduta dei capelli. “È fondamentale identificare nuovi farmaci che potrebbero favorire la crescita dei capelli”.

La perdita dei capelli è il risultato di una diminuzione del numero di queste cellule della papilla dermica critica dai follicoli colpiti. Ciò comporta che i fasci di capelli diventano più sottili e più corti, il che alla fine dà l’impressione che i capelli siano persi. Quindi, aumentando il numero di cellule della papilla dermica, si spera di poter ricostruire e ringiovanire questi capelli miniaturizzanti, bloccando la caduta dei capelli.

 

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post