Pesto di zucca, ideale per condire e insaporire tantissime portate

0
27
pesto di zucca

Come preparare il pesto di zucca, il procedimento passo passo

pesto di zucca

Il pesto di zucca è un condimento autunnale irresistibile da poter tenere in dispensa sempre e utilizzare sia per insaporire contorni e secondi piatti oppure per condire i primi. E’ molto semplice da preparare e anche abbastanza veloce. Vi basterà cuocere la zucca in padella e infine frullare il tutto in un mixer. Di seguito elenchiamo tutti gli ingredienti di cui avrete bisogno per realizzare questa super e irresistibile ricetta:

  1. 500 grammi di zucca preferibilmente quella gialla
  2. 60 grammi di pinoli
  3. una cipolla bianca oppure uno scalogno
  4. un cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato
  5. olio extravergine d’oliva q.b.
  6. prezzemolo tritato q.b.
  7. sale fino q.b.
  8. pepe nero macinato q.b.

Innanzitutto, cominciate con il pulire la zucca. Sciacquatela sotto acqua corrente fredda. Lasciatela sgocciolare ed eliminate i semi e i filamenti presenti all’interno di essa. Tagliate la cipolla a fettine molto sottili dopo averla sbucciata e lasciatela rosolare in una padella antiaderente con un filo d’olio extravergine d’oliva. A questo punto, aggiungete la zucca e regolate di sale e pepe nero macinato. Aggiungete l’acqua, quanto basta per ammorbidirla e lasciate cuocere a fuoco medio per circa 20 minuti con coperchio. Trascorso il tempo di cottura della zucca, trasferitela in un frullatore insieme al condimento. Unite il parmigiano grattugiato, i pinoli, l’olio extravergine d’oliva e infine il prezzemolo. Azionate il mixer e frullate a più riprese fino ad ottenere una consistenza omogenea oppure quella desiderata. Il vostro pesto di zucca è pronto per condire tantissimi piatti. Ideale anche da spalmare su dei crostini di pane e servirli come antipasto. Inoltre, potete conservare il pesto di zucca nei vasetti sterilizzati e conservarli in dispensa in modo tale da tenerli sempre a portata di mano. Potete conservarlo in frigo in un contenitore ermetico per un massimo di tre giorni.