Pettole ai fiori di zucca, la versione estiva del piatto di origine tarantina

La ricetta delle pettole ai fiori di zucca è la versione estiva di un piatto finger food di origine tarantina ma che in Italia si è diffuso in tutte le regioni.

pettole
Pettole ai fiori di zucca (foto da Pinterest di @MariannaPascarella)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Le pettole, dall’albanese pellut, è un finger food croccante e sfizioso che secondo la tradizione è nato a Taranto in Puglia quando, durante la notte di Santa Cecilia, una donna lasciò lievitare troppo il pane. Non utilizzabile per la panificazione, la donna ridusse l’impasto in palline che fece poi friggere nell’olio.

Quando parliamo delle pettole, quindi, ci riferiamo alla versione primitiva e nata per caso delle frittelle che in Italia si sono diffuse un po’ in tutte le regioni: da quelle semplici fatte sono d’impasto a quelle “farcite” con cavoli oppure alici e così via.

Qui vi proponiamo una ricetta più estiva arricchendola con i fiori di zucca che proprio in estate trovano la massima diffusione.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Frittelle con fiori di zucca

Semplicissime da realizzare le pettole ai fiori di zucca sono davvero deliziose. Andranno a ruba perché una tira l’altra, soprattutto se servite ben calde e croccantine.

fiori di zucca
Cesto di fiori di zucca (foto da pexels di maria-orlova)

INGREDIENTI

  • 250 g di farina 00
  • 220 ml di acqua
  • 3 g di lievito di birra fresco
  • 8 g di sale
  • 12/14 fiori di zucca
  • Olio di semi di girasole

PROCEDIMENDTO (circa 25 minuti più tempi di lievitazione)

Per preparare le pettole ai fiori di zucca realizzate per prima cosa la pastella per le frittelle; quindi sciogliete in una boule capiente il lievito nell’acqua aiutandovi con un cucchiaio.

Quindi aggiungete un po’ alla volta incorporandola la farina ed infine il sale, amalgamate il tutto e mettete un attimo da parte. Passate poi a lavare e pulire i fiori di zucca che andrete poi a tagliare a listarelle.

Asciugateli bene tamponandoli con carta assorbente, quindi aggiungeteli nella terrina con la pastella ed incorporateli all’impasto che alla fine dovrà risultare molto morbido, ma non del tutto liquido.

èastella per frittelle
Pastelle per frittelle (foto da Adobestock)

Coprite con pellicola e lasciate lievitare a temperatura ambiente per 3 ore. Trascorso il tempo necessario, mettete a scaldare abbondante olio di semi e quando sarà arrivato alla giusta temperatura, riprendete l’impasto che dovrà essere raddoppiato di volume e aiutandovi con un cucchiaio ricavate parti di impasto che andrete ad immergere nell’olio bollente.

Fate friggere fino a quando non saranno dorate, quindi scolate le pettole su carta assorbente e servitele ben calde.