Pettole

PREPARAZIONE: 20 minuti COTTURA: 10 minuti
Pettole: la preparazione

PRESENTAZIONE

Le pettole sono un piatto tipico della tradizione pugliese e possono essere consumate sia come antipasto o tra una portata e l’altra, oppure a fine pasto nella versione dolce (con zucchero semolato o miele, ma qualcuno usa anche il vincotto). Le pettole si possono preparare in modo semplice e veloce e faranno la gioia di tutti commensali.

ThinkstockPhotos-491906750

INGREDIENTI

  • 500 gr di farina
  • 1/2 cucchiaino di sale grosso
  • 375 ml di acqua tiepida
  • 12 gr di lievito di birra

Per la versione dolce:

  • Miele q.b.
  • Zucchero a velo q.b.

Per la versione salata:

  • 5 olive nere
  • 5 olive verdi

PROCEDIMENTO

In una ciotola setacciate la farina e scioglieteci il lievito di birra con un po’ di acqua tiepida. Nell’acqua restante fate sciogliere il sale grosso e poi versatela a filo poco alla volta sulla farina. Impastate con le mani per bene e se necessario aggiungete altra acqua.

Dividete l’impasto in due parti e una metà mettetela in un’insalatiera, coprite con un foglio di pellicola trasparente per alimenti e mettete a lievitare in forno spento e con luce accesa per due ore.

Nell’impasto rimasto fuori aggiungete le olive nere e verdi tagliate a rondelle, mescolate per bene e riponete in una ciotola rivestita con carta trasparente per alimenti, mettete anche questo a lievitare in forno spento.

Dopo le due ore di lievitazione gli impasti saranno raddoppiati di volume. A questo punto predisponete sul fuoco una pentola capiente con olio di semi abbondante. Quando avrà raggiunto i 180°C con un cucchiaio prendete un po’ di impasto e con un dito bagnato fate scivolare nell’olio. Proseguite in tal maniera fino al termine dell’impasto sia con le olive che senza e ricordate di girarle su ambo i lati.

Una volta tolte dal fuoco adagiatele su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Quelle con le olive sono pronte per essere mangiate, quelle senza dovrete passarle nello zucchero semolato o nel miele quando sono ancora ben calde. Servite subito in tavolo e buon appetito a tutti e arrivederci alla prossima ricetta su Checucino.it.

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post