Piastra in ghisa: il trucco per pulirla e sgrassarla con un…

Piastra in ghisa: il trucco per pulirla e sgrassarla con un solo ingrediente in pochi minuti

LA PREPARAZIONE
di Marco

Piastra in ghisa: il trucco per pulirla e sgrassarla a fondo con l’utilizzo di un solo ingrediente con acqua calda. Sarà perfetta in pochi minuti 

piasta ghisa
Piastra in ghisa: metodo per pulirla in pochi minuti

Se siete degli utilizzatori ‘seriali’ della piastra in ghisa, di sicuro il metodo per pulirla che spieghiamo in questo articolo vi interesserà molto. Diciamo la verità: spesso utilizziamo la piastra in ghisa quando non vogliamo friggere. E’ utile per cucinare la carne, che viene molto simile a quando la cuociamo sul barbecue, ma anche tantissime verdure. Ad esempio, le zucchine si possono cuocere sulla piastra anziché nell’olio. Risparmierete l’odore di frittura in tutta la casa ed anche un bel po’ di calorie. Sì, però dopo ci si potrebbe ritrovare con una piastra da pulire. Una piastra su cui magari si è incrostato di tutto, compreso il grasso della carne. Ecco, non temete: esiste un metodo per pulirla ben bene dicendo addio a qualsiasi cosa ci ricordi anche lontanamente l’unto e lo sporco.

Come pulire la piastra in ghisa eliminando ogni traccia di grasso

Non è difficile. Anzi, si tratta di un metodo semplice ed anche molto efficace. La piastra in ghisa può essere pulita a fondo con un solo ingrediente: il bicarbonato di sodio. Certo, vi servirà anche un lavello. E dell’acqua calda. Ma questi si trovano praticamente in tutte le case. Vediamo insieme come si fa:

Per prima cosa, riscalda la piastra incrostata. Mettila sui fornelli e fai agire la fiamma per un po’ (qualche minuto). Cospargi del bicarbonato sulla superficie ed attendi almeno un quarto d’ora per farla raffreddare. Fai attenzione a questo passaggio perché la piastra sarà bollente: occhio a dove metti le mani. Una volta che la piastra si sarà raffreddata, versa l’acqua calda. Lascia agire per 30 minuti e poi lava normalmente, utilizzando magari anche del sapone per piatti, quello che usi di solito. Se, invece, non vuoi proprio ricorrere a questo procedimento e ‘salvare’ la tua piastra prima che sia troppo tardi, sappi che puoi ricorrere sempre alla carta forno.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post