Pitaya; usi in cosmesi e proprietà del “frutto del drago”

Versatile e colorato il frutto del drago o meglio la pitaya ha diversi proprietà e il suo utilizzo lo rende un frutto particolarmente interessante.

pitaya
L’interno della Pitaya (foto da Pixabay)

Non è facile trovarla dalle nostre parti, ma la pitaya nata in America si è particolarmente diffusa nella tradizione cinese e soprattutto quella asiatica dove il clima è particolarmente adatto alla sua crescita.

L’aspetto del frutto tropicale è decisamente caratteristico, colori sgargianti sia all’esterno che all’interno: quella più comune ha una buccia fucsia e una polpa bianca con semi neri, ma ne esistono diverse varietà quella dalla buccia gialla o dalla polpa rossa.

Consistenza morbida e sapore delicato, dolce sono le caratteristiche principale del frutto del drago che ha proprietà molto interessanti.

Leggi anche -> Mango, il frutto che fa bene a tutti. Proprietà e benefici del superfood

Frutto del drago, proprietà e usi in cosmesi

pitaya
Frutti del drago (Pixabay)

Sono tante le ricette che si possono preparare con la pitaya, ma vista la sua composizione non è strano che abbia molti benefici e non solo per la salute.

Il frutto del drago ha proprietà antiossidanti per questo viene anche considerato un superfood. Inoltre, l’abbondante presenza di fibre lo rende un cibo che favorisce la digestione e aiuta in caso di stitichezza.

Non finisce qui, la pitaya contribuisce a ridurre il colesterolo grazie alla presenza dei grassi monoinsaturi. Il costante consumo del frutto determina una riduzione dei livelli di zucchero nel corpo, per questo è particolarmente indicato per chi soffre di diabete.

É ricco di ferro e vitamina C quindi previene l’anemia, aiutando le difese immunitarie. Infine, i principi attivi conferiscono al frutto del drago proprietà antinfiammatorie.

Gli usi in cucina sono indiscutibili, ma la pitaya è molto usata anche per la bellezza e cura del corpo; è infatti usata come ingrediente di molte creme per combattere l’acne o lenire le scottature. La presenza poi di vitamina C contribuisce a mantenere una pelle più luminosa e giovane.

Anche la buccia è molto usata tant’è che la si trova in formulazioni farmaceutiche e cosmetiche.

Leggi -> Salvia, dalla cucina alla cosmesi: tutti gli usi di questa pianta benefica