Pizza fritta al sugo fatta in casa: il trucco napoletano per…

Pizza fritta al sugo fatta in casa: il trucco napoletano per renderle irresistibili

LA PREPARAZIONE
di Marco

Pizza fritta al sugo, economica e buonissima se fatta in casa: il trucco napoletano

Pizza fritta sugo
Pizza fritta al sugo fatta in casa

Che buone le pizze fritte fatte in casa! Soprattutto quelle al sugo. Sono fritte, sì, pertanto non possiamo considerarle proprio ‘alleate’ della dieta. Tuttavia, almeno, non sono ripiene come la classica pizza fritta napoletana. Ciò che si va ad aggiungere all’impasto è il sugo. Un sugo che, come vedremo, può essere preparato in modi diversi a seconda dei propri gusti. Ci sono pochi segreti per una pizza fritta al sugo perfetta, ma l’importante è sempre metterci il cuore. Per prima cosa, bisogna preparare l’impasto per pizza. Dovrà essere soffice e con tante bolle d’aria all’interno.

Pizza fritta al sugo: la ricetta napoletana

Per fare la pizza fatta in casa, il metodo è sempre lo stesso ed esistono anche considerevoli varianti come quella del Bimby. Abbiamo provato entrambi gli impasti e quello fatto col Bimby risulta più leggero. Una volta ottenuto, per fare le pizzette col sugo, bisogna lasciarlo crescere per circa 4 ore. In estate, quando fa caldo, l’impasto potrebbe essere pronto già nelle prime due ore di tempo. Insomma, quando sarà al punto giusto di lievitazione, prendetelo e riversatelo sul piano da lavoro. Così, aiutandovi con qualche strumento ‘infarinato’, formate delle palline di una grandezza media di 3-4 centimetri di diametro. Disponetele sulla tavola alla giusta distanza l’una dall’altra e lasciatele lievitare per ancora un’ora. Nel frattempo, preparate il sugo. Può essere un semplice sughetto al pomodoro fresco. Facile e veloce da preparare. Un consiglio? Non usate i pelati, quelli preconfezionati, ma il pomodoro appena comprato dal fruttivendolo. Trascorsi i 60 minuti e preparato il sugo, cominciate a lavorare i panetti. Il segreto? Toccateli meno possibile. Delicatezza estrema. Pochi tocchi, quelli giusti per stenderli. In questo modo faremo sì che non fuoriesca tutta l’aria che si è creata nella seconda lievitazione. Preparate l’olio di semi di arachidi in una pentola e preriscaldatelo per qualche minuto. Immergetevi le pizzette e fatele friggere: appena saranno dorate, potrete toglierle. Con un cucchiaio, aggiungete il sugo al pomodoro e un po’ di parmigiano a scaglie. Mangiatele ancora calde. Saranno una delizia.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post