Ecco dove puoi trovare la pizza a 99 euro, code fuori dal locale

La Mimi Regina d’Oro non c’entra niente con questa polemica. “L’abbiamo inventata due mesi fa – spiega il titolare. “Le proteste non mancano, sui social la trovano inutile“. 

Flavio Briatore contro pizzaioli napoletani critiche accese
Flavio Briatore (Instagram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Il lusso si paga sempre, lo sa bene Flavio Briatore che in questi mesi è al centro di un’intensa polemica mediatica per via della sua pizza al Pata Negra pagata a caro prezzo nei suoi Crazy Pizza in giro per il Bel Paese.

65 euro per vivere un’esperienza non solo al palato ma anche nel servizio offerto, il tutto giustificato dalla scelta delle materie prime pregiate impiegate.

Il caso Briatore però non sembra essere isolato. Pochi giorni fa la notizia da parte del Corriere del Veneto di un altro caso nel Nord Est che ha prezzi ancora più elevati dell’imprenditore ed ex compagno do Elisabetta Gregoraci.

Siamo a Jesolo e qui la pizza si paga 99 euro! Si avete letto bene, qui la Mimi La Regina è servita con foglie d’Oro 24K, composta da fior di latte, salsa di pomodoro, 200 grammi di burrata di bufala e infine foglie e sfilacci d’oro, 100% commestibile.

La si può gustare nel ristorante Da Robert, ed il suo titolare, tale Robert Nedea, è super entusiasta di quanto messo in campo nel suo territorio.

Il cliente vive un momento di gloria quando si siede nel mio locale. L’oro è l’unico metallo puro commestibile, e da sempre è simbolo di potere. Anche mangiarlo fa sentire una persona forte, potente“.

Lui però è chiaro, nessun plagio all’idea di Briatore, la sua pizza d’oro è nata molto prima!

Jesolo, da Robert la pizza all’oro a 99 euro

Ad ordinarla sono generalmente sempre i turisti stranieri che arrivano a Jesolo e vogliono concedersi il meglio in assoluto. Robert confessa che riesce ad vendere questo prodotto molto bene, anche 5-6 la settimana.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Flavio Briatore contro pizzaioli napoletani critiche accese
Pizza napoletana (Foto di Alexas_Fotos da Pixabay)

L’idea di fare la pizza con l’oro 24K è stata suggerita a Robert da una battuta del figlio Alessandro: “Nei ristoranti di Dubai cospargono le bistecche con l’oro e le vendono a mille dollari. Dovremmo farlo anche noi sulle nostre pizze!“.

Lui ci ha creduto subito e due mesi dopo la pizza con l’oro in bocca era bella che sfornata pronta per essere servita in tavola.

Nedea vive nella città da almeno 30 anni e proviene da una famiglia di pasticceri, per questo l’idea di usare lamine d’oro gli è stat così congeniale fin da subito.

Le compra infatti da una ditta specializzata in oro 24K commestibile al 100% e che ha come suoi clienti principali proprio le pasticcerie. Inoltre nelle sue pizze ha adottato l’impasto del pane dei montagna unito all’abilità dei pizzaioli napoletani.

Noi serviamo la Mimi Regina d’Oro accompagnandola con la canzone ‘We Are the Champions’. Se i clienti accettano facciamo sapere a tutto il locale che l’hanno ordinata“, spiega il titolare.

Se però qualcuno gli chiede se ha copiato l’idea a Briatore si inalbera e fa spallucce, assolutamente no! La sua è un’idea totalmente innovativa che a suo dire giustifica il prezzo proposto e che come quella dell’imprenditore, ha solo in comune la stessa genealogia e voglia di dare al cliente un prodotto upper label.