Pollo al supermercato, attenzione all’etichetta: tutto quello che devi sapere per non rischiare

Ci sono diversi rischi legati alla carne di pollo: il consumatore tende ad acquistarlo senza saperlo. Tutto quello che c’è da sapere.

Carne di pollo rischi consumatore
Carne di pollo al supermercato (Foto da AdobeStock)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Risotto alla zucca con ingrediente segreto: trucco dei grandi per farlo cremosissimo
  2. Pollo e patate in padella, ci sono tanti trucchi che non conosci: ti spieghiamo come fare
  3. Biscotti morbidi cacao amaro e caffè: una vera tentazione per iniziare al meglio la giornata

Tra i prodotti più acquistati ed amati dagli italiani c’è sicuramente la carne di pollo. Secondo le stime, 100 g di carne cruda di pollo forniscono all’organismo 110 calorie, 76 g di acqua, 20 g di proteine, 3,6 g di lipidi, 75 mg di colesterolo, 70 mg di sodio, 307 mg di potassio, 0.7 mg di ferro, 26 mg di magnesio e 1.2 mg di zinco.

Questa carne è consigliatissima per tutti: non ci sono particolari controindicazioni legate al suo consumo. E’ ricca infatti di proteine dall’alto valore biologico ed è ricca anche di ferro.

Poiché è facile da masticare e soprattutto da digerire, è consigliatissima anche a bambini ed anziani. La parte migliore dell’animale in questione è il petto, che contiene una concentrazione maggiore di proteine.

Nei frigoriferi dei supermercati, si trovano tantissimi tagli di carne di pollo. I consumatori, però, mettono spesso e volentieri nel carrello un prodotto che presenta comunque dei rischi: vediamo insieme tutto quello che c’è da sapere.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Carne di pollo, attenzione ai dettagli: i potenziali rischi per il consumatore

La carne di pollo è quella più consumata dagli italiani: bisogna però sapere quello che si mette nel proprio carrello quando si va al supermercato.

Carne di pollo rischi consumatore
Carne di pollo (Foto da AdobeStock)

In commercio, il pollo più presente è sicuramente il broiler (nato da una serie di incroci di razze diverse): questo viene allevato in modo intensivo per finire più velocemente al macello.

Un pollo normale pesa tipicamente 1 kg – 1.2 kg dopo 4 mesi: il pollo destinato all’allevamento intensivo può pesare anche 3 kg dopo 2 mesi.

Il pollo viene ingrassato in tempi record: sono nutriti automaticamente e sono esposti alla luce artificiale anche per 24 ore, in modo tale che sono portati a mangiare di più.

Lo stress a cui viene sottoposto l’animale si ripercuote però sulla bontà della sua carne: con grande frequenza, finiscono in commercio anche tagli di qualità discutibile.

Come se non bastasse, l’allevamento può essere molto affollato e i polli possono riportare ferite e sviluppare infezioni.

Carne di pollo rischi consumatore
Pollo marinato (Foto da AdobeStock)

Occhio quindi a tutti i dettagli: il pollo broiler viene macellato dopo 40 giorni, quello tradizionale dopo ben 110 giorni. Un pollo sotto stress avrà una qualità notevolmente minore rispetto a quello che viene allevato con i metodi tradizionali: per questo motivo, bisognerebbe prestare attenzione anche ai prezzi.