Pressione alta, il cibo giapponese per curare il problema

Per tutti coloro che soffrono di pressione alta, vi è una novità sensazionale: recenti studi hanno scoperta che un cibo giapponese può curare considerevolmente la problematica in questione. Andiamo a scoprire qual è.

pressione alta cibo giapponese
Misurazione della pressione sanguigna (Canva)

LE RICETTE PIU’ BUONE DI OGGI:

  1. Torta alle mele, la versione super light senza grassi e poche calorie. Da provare!
  2. Insalata di mare, la ricetta che porta a tavola il profumo autentico dell’estate
  3. Calamari ripieni al profumo di limone, un secondo piatto da leccarsi i baffi! Pronto in pochi minuti

Il valore della pressione sanguigna è un fattore imprescindibile per valutare le condizioni dell’intero benessere del corpo umano.

In termini pratici, si tratta della forza con cui il sangue spinge contro le pareti delle arterie o delle vene. Misurandola si tiene conto di due numeri principalmente: la massima, ovvero la fase di contrazione del ventricolo e la minima ossia la fase di rilassamento.

Quando questi valori scardinano i livelli normali, si parla di pressione alta: la problematica in questione può comportare diversi disturbi per l’organismo. Recenti studi però hanno evidenziato che un cibo giapponese riesce ad abbassare i livelli di tale patologia.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Pressione alta, il cibo giapponese per curare il problema

Stiamo parlando del Sunomomo, un’insalata di cetrioli sotto aceto, molto semplice da realizzare anche comodamente ai fornelli di casa.

Secondo gli scienziati dell‘Università di Osaka, soprattutto per le persone che hanno superato i 40 anni di età, questa pietanza aiuterebbe ad abbassare notevolmente i livelli di pressione sanguigna.

sunomomo cibo giapponese pressione sanguigna
Il Sunomomo (Canva)

Il professor Kanouchi, uno dei maggiori esponenti di tale ricerca, ha affermato che non si sa bene come questo piatto causi una diminuzione dei livelli di pressione sanguigna ma il risultato è tale da essere benefico per l’organismo.

Il Sunomomo e l’ipertensione: la ricerca

I ricercato hanno effettuato lo studio su un campione di circa 1500 persone, sia uomini che donne, con un’età superiore ai 40 anni.

Metà di loro sono stati sottoposti ad una dieta a base di cetrioli ed aceto, con piatti come il Sunomomo. Gli altri invece hanno seguito un’alimentazione diversa.

Conclusa la ricerca, si è evidenziato che coloro che hanno assunto cetrioli ed aceto hanno manifestato valori della pressione sanguigna abbastanza più bassi rispetto agli altri.

pressione sanguigna alta rimedi
Strumenti di misurazione della pressione sanguigna (Canva)

Ovviamente tali alimenti sono stati consumati abitualmente: ciò vale a dire una volta ogni due settimane. Ingerirli tutti i giorni comporterebbe problematiche ancor maggiori per il corpo umano.