Pressione bassa: cosa mangiare per evitare malessere e svenimenti

Cosa mangiare quando il caldo si fa intenso e la pressione arteriosa si abbassa? Alcuni cibi ci vengono in soccorso, capiamo quali sono.

Pressione bassa alimenti da consumare
Pressione bassa (Foto di Gerald Oswald da Pixabay)

Sono sempre di più le persone che soffrono di pressione bassa soprattutto durante il periodo estivo causata da temperature eccessivamente calde e umidità spesso oltre i limiti.

Per pressione bassa, o ipotonsione, si intende quando i valori della pressione arteriosa sono al di sotto dei 90/60 mm Hg. Questa situazione può essere dovuta a diverse cause come il valore del ferro troppo basso oppure ad un periodo di forte stress emotivo.

Come possiamo evitare gli svenimenti dovuti alla pressione bassa? Fondamentale rivolgersi innanzitutto al proprio medico di base ma anche la giusta alimentazione può fare la differenza.

Gli alimenti essenziali per chi soffre di pressione bassa

Le persone che soffrono di questa patologia e stato fisico spesso invalidante, possono aiutarsi prima di tutto con un’alimentazione bilanciata in modo da tenere la pressione stabile. Un modo essenziale per evitare pericolosi svenimenti e la corsa in pronto soccorso.

Pressione bassa alimenti da consumare
Zenzero (Foto di congerdesign da Pixabay)

Ecco cosa mangiare, raccomandato anche dai nutrizionisti:

  • Almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, fonti di acqua e sali minerali. Ottima anche la frutta secca o essiccata come noci, nocciole, mandorle, albicocche, uvetta, pinoli.
  • Integratori salini soprattutto per chi fa sport, meglio se dei multivitaminici. Il magnesio in questi casi aiuta a mantenere i fluidi corporei nel sangue.
  • Acqua, se ne consiglia un consumo di almeno 2 litri al giorno, da aumentare a seconda dello sforzo fisico o della mansione lavorativa svolta.
  • Carboidrati e proteine sono da consumare con parsimonia, prediligere prodotti integrali e proteine magre come pollo, pesce e uova.

Potrebbe interessarti anche -> Anguria, quando mangiarla? Così puoi evitare gonfiore e pesantezza

  • La liquirizia è un vero toccasana e agisce sulla pressione arteriosa grazie ad un composto chiamato glicirrizina di cui basta appena mezzo grammo al giorno per avere effetti benefici sull’organismo. Portare con sé sempre dei bastoncini di liquirizia da masticare oppure delle caramelline senza zucchero è essenziale durante l’estate.
  • Lo zenzero assieme al limone bevuto in tisane e decotti freddi aiuta come la liquirizia ad aumentare la pressione arteriosa.
  • Piccoli pasti durante l’arco della giornata permettono di evitare sbalzi dell’indice glicemico nel sangue e avere una buona e costante ossigenazione dei tessuti e delle cellule.

Potrebbe interessarti anche -> Dieta Plank: il menù per perdere 9 chili in 2 settimane. Lo schema alimentare da seguire

Evitare infine l’alcool e le docce troppo calde (l’acqua calda come l’alcol fungono da vasodilatatori e fanno diminuire la pressione del sangue con conseguente abbassamento della pressione). Anche il sale è da limitare, infatti acuisce la stanchezza e il senso di gonfiore generale.