Prodotto ritirato dagli scaffali della Coop: scatta l’allarme, di cosa si…

Prodotto ritirato dagli scaffali della Coop: scatta l’allarme, di cosa si tratta

LA PREPARAZIONE
di Marco

Prodotto ritirato dagli scaffali dei supermercati Coop: attraverso un comunicato, l’azienda ha fatto sì che i consumatori sapessero che quel prodotto non sarà più disponibile.

Coop, prodotto ritirato
Prodotto ritirato dagli scaffali dei supermercati Coop

Si tratta di un intero lotto di olive farcite in olio di girasole: non sarà più disponibile tra gli scaffali in quanto è stato rilevata all’interno la presenza di solfiti non dichiarati sull’apposita etichetta. Bisogna, dunque, fare attenzione alle olive confezionate in vasetti da 280 grammi con il numero di lotto LJ197 e con scadenza 07/2021. Il produttore dell’alimento è Inpa Spa di via Ciambellana 2 a Vinci, provincia di Firenze. Per ora, l’allarme del Ministero della Salute ha allertato soprattutto i consumatori che presentano forme di allergie a quel tipo di prodotti.

LEGGI ANCHE: Lidl ritira un prodotto dagli scaffali per rischio salmonella

Prodotto ritirato dagli scaffali per presenza di solfiti nella confezione

Una notizia che avrà sicuramente allarmato i consumatori. Ci ha pensato la stessa azienda a diramare il comunicato che avvertiva i propri clienti di fare attenzione alle olive farcite messe in vendita tra i propri scaffali. L’avvertimento riguarda tutti i punti vendita Coop, esclusi quelli delle regioni Liguria, Piemonte e gran parte della Lombardia. Nel caso in cui ce ne fosse l’esigenza, i consumatori possono rivolgersi telefonicamente al numero verde: 800 805580.

Cosa può succedere a chi l’ha già ingerito

E’ importante sapere a cosa si potrebbe andare incontro nell’ingerire questo prodotto con solfiti. Il pericolo che possono incorrere alcuni soggetti è certamente la difficoltà respiratoria, fiato corto, asma, avvertimento di leggera pressione sullo sterno, tosse, orticaria, nausea, dolore al petto, rossore in viso. Purtroppo, non è la prima volta che si ritira un prodotto dal mercato. Questa volta, Coop ha agito in maniera tempestiva. Fortunatamente, ancora non si è registrato alcun caso che possa far pensare a problemi di salute legati al consumo di queste olive farcite.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post