Provola in purgatorio, il piatto semplice e genuino da leccarsi i baffi

La provola in purgatorio è un piatto della tradizione semplice e genuino che è capace di coniugare la voglia di leggerezza con il bisogno di gustare qualcosa di sfizioso

Provola in purgatorio
Provola in purgatorio (foto da Instagram @n_n.nenegram)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

La provola in purgatorio è la “sorella” delle ben più famose uova e come loro è fondamentalmente lasciata cuocere in un succulento sughetto.

Si tratta di un piatto della tradizione povero per eccellenza che le nostre nonne cucinavano quando volevano deliziare la propria famiglia con gusto e genuinità.

Il procedimento è estremamente facile e vi richiederà non solo uno sforzo davvero piccolissimo ma anche la necessità di dedicargli poco tempo.

Ottimo anche come piatto di riciclo per consumare degnamente la provola fresca avanzata da qualche altra preparazione magari il giorno prima.

Nonostante quello che si possa pensare è in effetti preferibile per la realizzazione della provola al purgatorio usare un formaggio non freschissimo.

In questo modo, avendo perso la maggior parte del liquido in eccesso, si eviterà di ritrovarsi nel piatto quella spiacevole quantità di latte superflua che può rovinarlo.

Provola in purgatorio, la ricetta

La provola in purgatorio è un piatto simbolo della tradizione povera e contadina del nostro paese che negli anni non ha perso in gusto e leggerezza diventando una bontà capace di far felice soprattutto i bambini.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Provola in purgatorio
Provola affumicata (foto da Instagram @bufalaprodottitipicicampani)

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 8 fette di provola affumicata
  • Pomodorini freschi q.b.
  • Olio q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Basilico fresco q.b.

PROCEDIMENTO (20 MINUTI)

Per preparare la vostra provola in purgatorio iniziate a dedicarvi come prima cosa alla realizzazione del sughetto che saprà portarvi alla pace dei sensi.

Per farlo lavate accuratamente i pomodorini e tagliateli a metà. Quindi versate un filo d’olio in una padella piuttosto grande e fateli cuocere per circa 15 minuti.

Aggiustate quindi con un pizzico di sale e  di pepe, il sugo sarà pronto per accogliere la provola quando sarà diventato appetitosamente ristretto.

Nel frattempo tagliate le fettine di provola, dovranno avere uno spessore di circa 1 cm, e unitele al sughetto lasciando che cuociano.

Versate un cucchiaio di sugo sulle fette di tanto in tanto per aiutarle a sciogliersi un po’ e acquistare maggiore sapore.

In questa face è importante non girare con un mestolo o altro, per evitare che la provola si attacchi al fondo cercate di muoverla semplicemente facendo movimenti circolari con la padella.

Dopo pochi minuti la vostra provola in purgatorio sarà pronta per essere gustata, non prima di aver spolverato con qualche foglia di basilico fresco tagliata a pezzettini.

Provola in purgatorio
Provola in purgatorio (foto da Instagram @_paola_gallotti_)

È d’obbligo accompagnare questo piatto con un buon pezzo di pane casereccio e possibilmente anche con un fresco bicchiere di vino rosso leggermente frizzante.