Psoriasi: cosa mangiare e cosa evitare

Psoriasi: cosa mangiare e cosa evitare

La psoriasi è una malattia infiammatoria della pelle che può sorgere dopo il consumo di certi alimenti. Ogni persona può avere una reazione differente a diversi cibi. Quindi il consiglio è di imparare a conoscere il proprio organismo ed evitare gli alimenti che possono aggravare la situazione.

In linea di massima la psoriasi è dovuta sia a fattori alimentati che ambientali. Si manifesta in particolar modo su gomiti, ginocchia, palmi delle mani, sulla zona lombare della schiena e nei prezzi dei genitali. Esistono cibi che possono aggravarla ed altri che possono alleviarla o farla scomparire. La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle, non infettiva né contagiosa, solitamente di carattere cronico e recidivante.

Per prevenire e contrastare la psoriasi è opportuno seguire una dieta sana, costituita da una buona percentuale d’acqua giornaliera (almeno due litri), dal consumo di legumi e cereali integrali per assimilare le fibre fondamentali all’organismo. Nella dieta di tutti i giorni è importante inserire anche i fermenti lattici.

Tra gli alimenti utili anti psoriasi troviamo anche il pesce, grazie al contenuto di omega 3 e acidi grassi non saturi. In caso di psoriasi si suggerisce di mangiare molte verdure amare. Ad esempio il radicchio, le bietole, la barbabietola e la cicoria.

In caso di psoriasi il nostro corpo necessita di fibre e micronutrienti, vitamine e minerali, come solo i cereali integrali sanno elargire. Privilegiate sempre frutta di stagione e a chilometri 0. La frutta è un alimento a reazione alcalina, quindi ottimale contro la psoriasi perchè contrasta l’eccesso di acidità.

I cibi da evitare

Chi presenta questo problema dovrebbe seguire una dieta ipocalorica ed evitare di assumere alcolici. Infatti questi possono contrastare negativamente con alcuni farmaci che vengono utilizzati per curare la psoriasi. È importante ridurre l’assunzione di cibi acidi, del caffè e del cioccolato, per il loro ruolo infiammatorio, ed evitare gli alimenti che contengono acido arachidonico, quindi salumi e carne rossa. Da evitare anche di assumere spesso alimenti fritti, formaggio stagionati, sale, zucchero

 

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post