Pulizia dei taglieri: vi sveliamo il “trucco” dei migliori Chef

Pulizia dei taglieri: vi sveliamo il “trucco” dei migliori Chef

LA PREPARAZIONE
di Cesare Orecchio

Pulizia dei taglieri: ecco il metodo svelato dai migliori Chef per pulire e detergerli a fondo eliminando odori e grassi residui 

 

Il tagliere è di certo uno degli strumenti essenziali per chi adora cucinare. E’ la superficie che ci permette di tagliare, sminuzzare, tritare o semplicemente riporre le nostre pietanze prima che vengano cotte. In commercio vi sono tantissime tipologie e grandezze di tavolozze apposite per maneggiare al meglio i nostri cibi e negli ultimi periodi, sempre più taglieri vengono prodotti in plastica rigida e resistente. Spesso però, i taglieri in legno, così come quelli in plastica assorbono non solo il colore degli alimenti, ma anche l’odore che può recare fastidio e contaminare le preparazioni successive dei nostri piatti. Vi sveliamo alcuni segreti per tenerli puliti, profumati e lucidi.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Gelato fatto in casa: il “segreto” per farlo veloce e senza gelatiera

 

Alcuni prodotti naturali efficaci contro sporco e odori

tagliere con aglio
Foto di Public Co da Pixabay

 

Fino a vent’anni fa, i taglieri venivano prodotti con del legno resistente e adatto a mantenere la superficie lucida e maneggevole come Quercia, Fassino o Acacia.  Nell’ultimo decennio invece, i produttori di utensili per cucina hanno scelto la plastica in quanto più pratica, leggera e facile da pulire. Ma anche quest’ultimo materiale, se trascurato, può trattenere i liquidi rilasciati dagli alimenti, macchiandolo e lasciando cattivi odori. Vi sveliamo allora i trucchetti professionali per avere taglieri sempre puliti e profumati.

Trucchetto del limone: Una volta utilizzato il nostro tagliere, strofiniamolo con del limone, sia per le superfici in legno che per quelle in plastica, distribuiamo la sua polpa in tutti i lati, compresa la parte che appoggia sul tavolo o bancone. Lasciamo agire una decina di minuti e poi risciacquiamo sotto l’acqua corrente, lavando qualsiasi residuo. Asciughiamo poi con il nostro fon.

Trucchetto del limone con  bicarbonato: in una ciotolina mescoliamo quattro cucchiai di bicarbonato e due di succo di limone, lasciamo che si crei la schiuma e poi spargiamo su tutta la superficie del tagliere. Lasciamo agire dieci minuti e poi risciacquiamo sotto acqua corrente. In questo modo non solo il nostro tagliere sarà pulito, ma avrà assorbito anche tutti gli odori. Asciughiamo col fon.

Trucchetto dell’aceto: spruzzare una generosa quantità di aceto sulla superficie e sgrassiamo con una spugna. Risciacquiamo poi sotto acqua corrente. Questo trucchetto va utilizzato in particolar modo quando utilizziamo il tagliere per carne e pesce, per via dei batteri contenuti in entrambi. L’aceto servirà a detergere e ad eliminarli.

Ricordatevi infine, di non lavare mai i taglieri nelle vostre lavastoviglie. Il legno assorbe l’acqua ed andrebbe asciugato al sole o col fon, mentre la plastica con alte temperature tende a sformarsi, acquisendo fastidiose forme curve. Seguite questi consigli per mantenere i vostri taglieri puliti, disinfettati e soprattutto profumati!

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post