Puzza dal lavandino? A cosa è dovuta e come eliminarla: metodo semplicissimo

0
97
lavandino
Foto di Karolina Grabowska da Pixabay

Puzza dal lavandino? Vi sveliamo i motivi per cui è dovuta e come eliminarla con metodi semplicissimi, veloci ed economici

scarico del lavandino
Foto di Semevent da Pixabay

Per chi ama cucinare, sa perfettamente che il luogo in cui si passa più tempo è non solo la cucina, ma anche la zona limitrofa del lavandino. Ci si lava le mani, si sbuccia la verdura, si lava al suo interno frutta e ortaggi, si appoggiano carni e pesci prima di essere eviscerati e tanto altro ancora. Se non puliti a dovere, i residui di cibo possono finire all’interno del tubo di scarico e stanziare li anche per mesi e questo potrebbe putrefarli, facendo salire dallo scarico odori nauseanti. Esistono dei metodi efficaci e veloci per contrastare questo fenomeno, scopriamoli insieme.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Pulizia dei taglieri: vi sveliamo il “trucco” dei migliori Chef

 

Basta puzza dal lavandino: gli alleati naturali contro lo sporco

In casa abbiamo degli alleati contro lo sporco che si annida all’interno dei tubi di scarico e forse non sapevamo neanche che servissero per contrastare grassi e cattivo odore. Residui come sughi a base di carne, di pesce o di verdure, tendono ad ‘incastrarsi’ all’interno delle pareti dei tubi. E’ per cui innanzitutto importante accertarsi che l’acqua scorra a dovere nello scarico e che non ci sia qualche impedimento. Queste operazioni possono essere eseguite anche a scopo preventivo, così da non incombere in odori spiacevoli futuri. Vediamo insieme alcuni trucchetti validissimi.

Aceto di vino bianco: questo metodo è particolarmente pratico ed economico, in quanto contrasta sin dal primo utilizzo l’odore rancido e fastidioso proveniente dal lavandino. Basterà far scorrere dallo scarico un bicchiere di aceto di vino. Questo farà si che l’aceto assorba gli odori e rilasci un’aroma fresco e profumato. Ripetiamo questa operazione 4/5 volte al giorno.

Aceto e bicarbonato: questo metodo semplicissimo non solo eliminerà i cattivi odori, ma farà si che eventuali agglomerati di cibo andato a male si sciolgano permettendo al tubo di ‘respirare’. Esistono in commercio molti prodotti per sgorgare i tubi di scarico, ma spesso sono costituiti da elementi tossici e corrosivi che possono nel tempo rovinare il tubo. Con aceto e bicarbonato non corriamo questo rischio, basterà prendere 4 cucchiai colmi di bicarbonato ed adagiarli direttamente sullo scarico. Dopodiché, direttamente dalla bottiglia, far cadere l’aceto a contatto con esso ed aspettare che faccia la schiuma. Dopo una decina di minuti gettare nello scarico dell’acqua molto calda. Il bicarbonato con l’aceto si attaccherà ai cibi incrostati, mentre l’acqua calda farà scivolare via tutto quello che è rimasto avvinghiato ai tubi.

Se invece non avete problemi con lo scarico ma ogni tanto volete dare una sensazione di fresco al vostro lavandino, fate scorrere nello scarico un bicchiere di aceto di vino con qualche goccia di olio essenziale di eucalipto o limone o lavanda. Il vostro scarico ringrazierà di certo!