Quale frutta (oltre alle pesche) utilizzare per la sangria

Quale frutta (oltre alle pesche) utilizzare per la sangria

LA PREPARAZIONE
di Marco

Quale frutta si può utilizzare per la sangria? Se volessimo variare e non utilizzare le pesche, cosa potremmo scegliere?

Sangria frutta
Quale frutta usare per la sangria

La sangria è una delle bevande più amate dagli italiani, anche se le origini sono spagnole. Abbiamo a che fare con un mix di vino e frutta: qualcosa di irresistibile soprattutto quando è ghiacciata e viene servita mentre si è in spiaggia, magari nell’intervallo di una partita a beach volley. Ma, attenzione, è molto buona anche di sera. Quando si è sul terrazzo e si sta consumando una buona cena, magari a base di carne alla brace. Sì, sappiamo bene che in questo momento ci state pensando e vi sta venendo l’acquolina in bocca. Ma non perdiamoci in chiacchiere: in questo articolo vi vogliamo parlare di come si può sostituire la pesca nella sangria. O meglio, quale frutta possiamo utilizzare per farle assumere un sapore leggermente diverso dal solito?

La sangria con le pesche, ma non solo… quale frutta si può utilizzare?

Come si fa una sangria perfetta? Beh, la tradizione vuole che si usino le pesche, quelle gialle. L’estate è proprio il loro periodo di raccolta e si sposano benissimo con il sapore del vino. La sangria è una bevanda irresistibile, diciamoci la verità, anche se dobbiamo stare attenti ad alzare il bicchiere perché è comunque alcolica e va bevuta con una certa cautela. E, soprattutto, se dopo si deve guidare la macchina: evitate!

La sangria è ottima con le pesche gialle, ma in sostituzione si possono utilizzare anche altri tipi di frutta: kiwi, pere ed arance sono perfette, per esempio. Insomma, l’importante è che sia frutta di stagione e che macerino all’interno del vino per un bel po’ di tempo affinché conferiscano il loro sapore alla bevanda. Ma quale potrebbe essere un tocco in più per una buonissima sangria? Un po’ di soda. Sì, proprio così: bastano 500 ml di soda in 1,5 litri di vino, oltre ai classici 30 ml di brandy, questo va da sé. Insomma, siete pronti per una bella bevuta in compagnia? Mettete in atto i nostri consigli.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post