Quando cambiare la moka? Osserva questi dettagli per capire se è ora di buttarla

Anche la moka ha una sua vita, la possiamo tenere con cura e lavare con parsimonia. Ma come facciamo essere certi che abbia terminato il suo ciclo di vita? E’ molto semplice!

Cucinare con la moka non solo caffè dettagli cucina
Moka sul fuoco (Foto @agrodolce.it) – Copia

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Anche se la macchinetta elettrica ha preso il sopravvento in moltissime abitazioni, la moka per fortuna è uno strumento che non è ancora stato messo in cantina e per diversi anni ancora farà la sua bella figura in cucina.

Come ogni altro strumento ed elettrodomestico necessita di una corretta manutenzione affinché possa vivere il maggiore tempo possibile.

Serve quindi disinfettare questo utensile con regolarità, almeno una volta al mese a seconda della frequenza di utilizzo. Per fare questo si può ricorrere ad un composto creato con aceto bianco e acqua calda da inserire al suo interno al posto del caffè.

Messa sul fuoco si aspetta che venga su, come per la bevanda tanto amata. Fatto raffreddare il liquido, si ripete il processo per altre due volte. Infine, step da non dimenticare, si asciugano i vari pezzi con uno strofinaccio e il gioco è fatto.

Passiamo quindi anche alla guarnizione, non ve ne siete scordati vero?!

Moka da cambiare, osserva questi segnali

Bisogna ricordarsi di dare al giusta importanza anche alla guarnizione, componente essenziale per avere una miscela filtrata impeccabile.

Quando questa è annerita, bruciata o slabbrata è tempo di cambiarla. Non servono pinzette o arnesi particolari, bensì solo uno stuzzicadenti o di un oggetto simile appuntito che aiuta a sollevarla. E se tutto questo non bastasse?

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Come pulire correttamente moka caffè
Come riempire la moka (Foto di Luisella Planeta Leoni da Pixabay)

Cercate di cambiare anche il filtro della moka almeno ogni due anni se questo è particolarmente bruciato e con i fori lesionati dall’utilizzo. E se questo ancora non bastasse, fate attenzione ad un ultimo aspetto molto importante nella moka: l’aroma.

Preparare un caffè che risulta non troppo buono, leggermente bruciacchiato o troppo annacquato può capitare a tutti, ma se da tempo la tua caffettiera fa miscele amare o particolarmente dense con un retrogusto fin troppo acido allora il segnale è chiaro.

La moka va sostituita! Te ne renderai conto anche dal fatto che una volta che lo andrai a versare nella tazza risulta per nulla fluido, chiaro segnale che è giunto il tempo di sostituire la macchinetta con una nuova.

caffè con la moka
Preparazione del caffè con la moka (Canva)

Hai fatto tuto quello che dovevi per recuperarla ma se l’aroma e la fluidità della miscela prodotta sono così allora mettiti l’anima in pace e comprane una nuova!