Quando la dieta chetogenica fa male alla salute: in due casi è severamente vietata

In quali casi la dieta chetogenica è davvero vantaggiosa per la salute? I medici sono concordi nel pensare che anche qui serva massima attenzione. Capiamo perchè.

Dieta chetogenica quando è vietata assolutamente
Dieta chetogenica (Foto di Life-Of-Pix Pixabay)

LE RICETTE PIU’ LETTE DI OGGI:

La dieta chetonica è stata lodata da celebrità di alto livello tra cui Kim e Kourtney Kardashian, Halle Berry, Gwyneth Paltrow e la star del basket LeBron James ma anche dalla nostra Alena Seredova.

Si concentra sul taglio di carboidrati nel tentativo di perdere peso nel modo più veloce possibile. L’obiettivo della dieta cheto è di ridurre la quantità di calorie che il corpo riceve dai carboidrati fino al 5%. Il resto dovrebbe essere composto da grassi (circa il 75%) e proteine ​​(20%).

Sono previsti quindi pesce, carne, verdure a basso contenuto di carboidrati come spinaci o germogli, formaggio, avocado, uova, yogurt, noci e cioccolato fondente.

Gli alimenti ricchi di carboidrati tagliati da questo regime alimentare invece includono pane e cibi cotti al forno, cereali (avena, riso integrale, quinoa), pasta, patate, frutta e fagioli, lenticchie.

Andrea Ghiselli, presidente Società italiana di Scienze della alimentazione, spiega che questo tipo di dieta, può essere davvero pericolosa se non prescritta e seguita da un medico competente che è consapevole degli effetti collaterali del nuovo regime sul corpo

È nata per ridurre la frequenza delle crisi in individui con epilessia resistente ai farmaci e per chi desidera ridurre i livelli di glicemia.

Ma secondo alcuni esperti le persone che seguono questa dieta rischiano di privarsi di alcuni degli alimenti più salutari per la dieta umana, ricchi di sali minerali, fibre e vitamine indispensabili per il corretto sviluppo e la crescita di tessuto e organi. Ecco quando è assolutamente da evitare.

Chetogenica da evitare, i due casi pericolosi per la salute

Ci sono due casi in cui questo tipo di dieta è assolutamente vietata e può far male alla salute, come spiega ancora il professore Ghiselli.

Trigliceridi alti cibi in e out
Trigliceridi alti (Pixabay)

Ad esempio l’assunzione prolungata di alimenti privi di carboidrati può portare ad (1) aumentare i valori di colesterolo LDL, a volte in modo drammatico. Chi ha i trigliceridi alti oppure anche le donne in gravidanza hanno assolutamente bisogni di consumare con regolarità latticini, cereali e frutta e verdura di stagione.

Questo perchè chi mangia pochi carboidrati compensa la dieta mangiando più alimenti ricchi di grassi e poveri di fibre, come carni rosse, salumi e uova.

Come ricorda il Presidente, infatti, “l’uso un po’ troppo generoso di grassi animali è correlato a un aumentato rischio di varie condizioni patologiche che comprendono (2) insufficienza renale cronica, malattie cardiovascolari, alcuni tipi di cancro, diabete, morbo di Alzheimer“.

Ricordiamo che queste ultime hanno maggiori probabilità di partorire figli con difetti del tubo neurale legato alla poca assunzione di acido folico.

Uova bianche e marroni differenze
Uova bianche e marroni (Foto di Peggychoucair Pixabay)

Una dieta ricca di cereali integrali è collegata a un ridotto rischio di malattie cardiache e cancro ma allo stesso tempo anche di malattie croniche (fra cui anche le cardiopatie ischemiche). Mentre studi hanno anche scoperto che cereali come avena e cous cous sono collegati a un rallentamento del declino del cervello.

Chiedete sempre al vostro medico di base prima di iniziare una dieta fai da te che potrebbe compromettere la vostra salute, meglio andarci piano piuttosto che dar vita ad effetti collaterali invasivi poi difficili da sanare una volta per tutti.