Rabaton piemontesi, l’alternativa ai classici gnocchi. Ricetta regionale irresistibile

I rabaton piemontesi sono uno dei piatti tipici della regione settentrionale in particolare dell’alessandrino, una sorta di gnocco vegetariano perfetto da mettere in tavola nel menù della domenica

Rabaton piemontesi
Rabaton piemontesi (Foto da Instagram @brioeat)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Ogni regione italiana è ricca di storia e tradizione culinaria e il meraviglioso Piemonte non fa certamente eccezione. In particolare, nella provincia di Alessandria, da chissà quanti anni le nonne preparano per il pranzo della domenica i gustosi rabaton.

Si tratta di una specie di gnocco a base di ricotta e bietole che ha la capacità, già dal primo morso, di far assaporare i sapori tipici di un tempo andato.

Ormai siamo infatti tutti abituati a portare sulle nostre tavola primi piatti non più fatti a mano ma semplicemente acquistati al supermercato quando invece basterebbe davvero poco.

Preparare i rabaton piemontesi è più semplice di quanto si possa immaginare, basta infatti avere un po’ di tempo a disposizione e soprattutto la voglia di deliziare i propri ospiti con un piatto genuino.

Rabaton piemontesi, la ricetta

I rabaton piemontesi sono un primo piatto i cui ingredienti principali sono le bietole e la ricotta, una prelibatezza che farà innamorare chiunque ed è perfetto per chi segue un regime alimentare vegetariano.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Rabaton piemontesi
Rabaton (Foto da Instagram @brioeat)

INGREDIENTI

  • 500 g di bietole
  • 200 g di ricotta vaccina
  • 2 uova
  • 50 g di Parmigiano grattugiato
  • 4 cucchiai di farina
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • 1 spicchio d’aglio
  • Prezzemolo
  • Sale q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Salvia q.b.
  • Burro q.b.

PROCEDIMENTO

Per la preparazione dei rabaton piemontesi bisogna innanzitutto dedicarsi alla cottura delle bietole. Sbollentatele in abbondante acqua salata e, quando saranno pronte, mettetele in una ciotola avendo cura di non buttare l’acqua di cottura.

Tritate la verdura insieme all’aglio, ad un ciuffetto di prezzemolo e mettetele per un attimo da parte. In un’altra ciotola amalgamate per bene la farina, il Parmigiano, un cucchiaio di pangrattato, la noce moscata e il sale.

A questo punto aggiungete la ricotta, le uova e le bietole ed iniziate a mescolare affinché gli ingredienti si sposino alla perfezione fra di loro inserendo anche altri due cucchiai di pangrattato.

Ora infarinate il vostro piano di lavoro e con delicatezza rompete l’impasto ottenuto formando degli gnocchi dalla forma allungata e sottile. Intanto portate ad ebollizione l’acqua di cottura delle bietole e usatela per cuocere i rabaton.

Quando dopo pochi minuti saranno saliti a galla scolateli e versateli in una pirofila da forno che avrete precedentemente imburrato.

Rabaton piemontesi
Ricotta (Foto di id art da Adobe Stock)

Dopo aver spolverato con il Parmigiano mettete i rabaton piemontesi in forno per circa 12 minuti a 180° e serviteli ancora caldi.