Ricerca irlandese: la vita sedentaria uccide come il fumo

Ricerca irlandese: la vita sedentaria uccide come il fumo

di Ivana Tramontano

Trascorri 9 o più ore al giorno seduto, compreso i week-end? La salute potrebbe essere a rischio secondo uno studio della Queen’s University di Belfast e dell’Ulster University.

Molti di noi trascorrono nove ore al giorno o più seduti e questo non è solo per lavoro. Secondo studi recentie più di un terzo delle persone trascorre più tempo seduto nel fine settimana di quanto non faccia chi lavora dietro ad una scrivania, con il tempo libero spesso passato davanti alla TV o al pc.

È un’abitudine che aumenta il rischio di malattie gravi, persino la morte prematura. In effetti, uno studio suggerisce che lunghi periodi trascorsi seduti hanno causato 70.000 morti nel 2016 nel Regno Unito. E queste cifre sono conservative, riportano i ricercatori della Queen’s University di Belfast e dell’Ulster University nel Journal of Epidemiology & Community Health. Hanno concluso che dovrebbero essere adottate misure per ridurre il comportamento sedentario al fine di migliorare la salute della popolazione e ridurre l’onere finanziario per il servizio sanitario.

I rischi per la salute di una vita sedentaria

Il pericolo non è semplicemente che passare lunghi periodi di tempo a non fare nulla significa che è più probabile diventare obesi (che di per sé aumenta il rischio di molte malattie). Trascorrere molto tempo seduti sembra avere un impatto negativo sul modo in cui i nostri ormoni si comportano, il funzionamento del nostro metabolismo e le funzioni cerebrali, dando persino il via ad infiammazioni, o causare malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, alcune forme di cancro come il cancro ai polmoni e la morte prematura per tutte le cause.

Colpisce anche il cervello, con studi che dimostrano che può avere un impatto sull’umore, la cognizione, la memoria e aumentare il rischio di demenza. Anche i frequentatori di palestre non possono essere protetti, suggerisce la ricerca – se poi passano il resto della giornata seduti. Sedersi sembra avere un impatto così negativo sulla nostra salute che alcuni lo hanno soprannominato il nuovo fumo. “Non penso che si stia esagerando”, dice la dottoressa Carolyn Grieg, dell’Università di Birmingham.

I periodi di inattività cambiano il modo in cui si comportano gli ormoni come l’insulina. L’insulina aiuta a mantenere i livelli di zucchero nel sangue entro i limiti normali “pulendo” lo zucchero in eccesso nelle cellule. Una ricerca preliminare sugli animali ha rilevato che una seduta prolungata riduce l’attività di alcuni degli enzimi responsabili di questo tipo di chiarificazione, lasciando più grassi e zucchero circolanti nel sangue. Quindi se ti siedi per lunghi periodi, la ricerca mostra che la risposta del tuo corpo all’insulina, dopo aver mangiato, diventa meno efficace. Questo può aumentare il rischio di diabete di tipo 2.

Questa ricerca non è ancora stata replicata negli umani, ciò che è stato dimostrato in molti studi è che se rompi regolarmente il tuo tempo di seduta sembra essere particolarmente utile per il controllo della glicemia in particolare. Quando si tratta di malattie cardiache, ci possono essere molti fattori, non ultimo il fatto che la seduta sembra portare a un aumento del colesterolo. I muscoli diventano decondizionati e non sono così bravi nell’utilizzare il colesterolo perché normalmente porterebbero a una maggiore circolazione nel sangue.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post