Puttanesca 2.0, ricetta rivisitata di un grande classico partenopeo

Un classico intramontabile della cucina partenopea che però si è evoluto nel tempo seguendo le mode e procedimenti sempre più complessi e articolati. Vi proponiamo la sua versione 2.0 facile e veloce. 

Pasta alla Puttanesca 2.0 ricetta CheCucino
Pasta alla Puttanesca (Foto di lilechka75 AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Puttanesca vuol dire olive nere, acciughe, capperi, burrata, basilico e tantissimo pomodoro, passata e fresco.

La ricetta tradizionale del classico napoletano è conosciuta a livello mondiale, ma ciò non toglie che, conservandone gli stessi ingredienti, nel corso del tempo non si sia potuta fare una nuova versione 2.0 più fruibile e scenografica.

Ecco perchè seguendo l’ispirazione dei nuovi chef emergenti ci è venuta l’idea di unire i pomodori confit con la polvere dei capperi ed delle olive disidratate. Tutti passaggi facili che adesso andiamo ad illustrarvi.

Ingredienti e preparazione della Puttanesca 2.0

Cercate sempre di avere materie prime freschissime, ad esempio una buona Pasta di Gragnano Igp, ruvida e profumata, e lo stesso vale per la burrata e la passata di pomodoro. Se non sapete quale scegliere, ecco la nostra classifica delle passate più buone del supermercato.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Mangiare pasta la sera fa ingrassare
Pasta spaghetti (Foto di Congerdesign per Pixabay)

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 360 g spaghetti
  • 200 g pomodori Pachino Igp
  • 50 g olive Taggiasche Dop
  • 50 g capperi dissalati
  • Burrata fresca qb.
  • 220 g passata di pomodoro
  • Scorza di 1 limone
  • 180 g acciughe sott’olio
  • 2 scalogni
  • Origano qb.
  • Aglio in polvere qb.
  • Olio evo qb.
  • Sale qb.

PREPARAZIONE (circa 45 min + 2 ore per i pomodorini Confit)

Immergere in pelati in acqua bollente dissalata per circa 2 minuti, quindi estrarli con una schiumarola e farli raffreddare velocemente in acqua fredda: va bene anche una boule piena di ghiaccio.

Questo trucchetto permetterà di togliere la buccia dei pelati più velocemente. Tagliarli quindi a metà e disporli su una teglia del forno rivestita di carta, spolverizzarli di zeste di limone (solo la parte gialla ben lavata), sale, pepe e aglio tagliato a lamelle sottilissimi.

Terminare con olio evo generosamente, infornare a 150° C per circa 2 ore. Portatevi avanti con questo passaggio magari anche molto in anticipo prima di fare la pasta.

In una padella antiaderente tagliare lo scalogno finemente e ungerlo con olio evo e passata di pomodoro, appena inizia a sobbollire il tuto aggiungere 3 acciughe dissalate che si dovranno sciogliere. Basteranno appena 5 minuti, quindi spegnete il fuoco.

Mettete l’acqua a bollire a fuoco basso. Nel frattempo disporre i capperi e le olive Taggiasche su due piatti per il microonde e una alla volta farli cuocere alla massima potenza per circa 5 minuti.

Una volta abbrustolite sbriciolare finemente i capperi aiutandosi di un tovagliolino piegato in quattro ed un mattarello, le olive invece lasciatele intere visto che serviranno da guarnizione.

Pomodorini confit ricetta contorno veloce
Pomodorini confit (Pinterest @cucina.robadadonne.it)

Cuocere la pasta al dente, scolarla e aggiungerla al sugo di pomodoro preparato in precedenza, saltarla per qualche minuto.

Impiattare aggiungendo nel piatto i pomodori confit, le olive secche a pezzi, la polvere di capperi, un’altra acciuga fresca e la burrata bella cremosa che si scioglierà parzialmente una volta adagiata sopra la pasta fumante. Buon appetito!