Richiami alimentari della settimana: cosa vi siete persi dal 13 al 20 novembre

Il Ministero ogni giorno si occupa di ritirare alcuni prodotti non conformi alle norme di legge vigenti, vediamo gli ultimi bloccati in questa settimana.

Ritiri alimentari settimana 13-20 novembre 2021
Scaffali supermercati (Pinterest @ricettasprint)

Facciamo un riepilogo veloce delle segnalazioni che abbiamo comunicato nel corso della settimana appena trascorsa nel caso vi fose sfuggito qualcosa.

Questa settimana che va dal 13 al 20 novembre 2021 l’ente governativo si è adoperato per ritirare dagli scaffali alcuni prodotti. Eccoli tutti e 4 con la specifica sui relativi lotti ed i brand incriminati.

Prodotti ritirati, brand e lotti nello specifico

L’avvertenza riportata ogni volta, è quella di non consumare i prodotti indicati e riportarli nel punto vendita per il cambio merce immediato anche senza scontrino fiscale come previsto dalla legge.

Ritiri alimentari dal 13 al 20 novembre 2021
Ritiri alimentari (Foto Pinterest)20
  • Pandoro Originale 750 g e Pandoro Originale 740 g (lotto numero 210917). Il prodotto interessato riporta data di scadenza o termine minimo di conservazione fissato al 30 aprile 2022. Il motivo del ritiro urgente è la possibile presenza di pezzi duri di plastica nell’impasto.
  • Uova fresche cat. A di Allevamenti Falco. I lotti in questione sono 1,5,7,8,10/12/2021 con scadenza medesima riportata nella confezione. Le confezioni possono essere da 6 o da 30 uova cadauna. Motivo del ritiro presenza di Salmonella Enteritidis.
  • Tisana biologica a base di Equiseto del marchio Bioplanta, lotti TH2001EQ – 12/2023 e TH2101EQ – 12/2023. Il prodotto è stato bloccato per rischio microbiologico “a causa del ritrovamento di tracce di Salmonella”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Richiami alimentari della settimana: cosa vi siete persi dal 6 al 13 novembre

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

  • Tartufo gelato bianco e nero marchio IPER venduto in confezione da 2X90 g. Lotto di produzione incriminato 21067 e data di scadenza all’08/03/2023. Motivo del richiamo ossido di etilene oltre i limiti di legge.