Richiamo alimentare, notifica immediata per Listeria: “Non mangiarlo” | FOTO

In giornata le autorità incaricate hanno emanato un avviso di richiamo alimentare per Listeria che va tassativamente rispettato.

Un richiamo alimentare emanato con una certa urgenza ha trovato pubblicazione da parte del Ministero della Salute sul sito web ufficiale dello stesso ente. C’è una motivazione importante alla base della scelta di togliere dalle vendite un preciso prodotto.

Una corsia di supermercato
Una corsia di supermercato (Foto Canva)

Il Ministero stesso fornisce tutte le indicazioni del caso per potere riconoscere l’articolo sottoposto a richiamo alimentare.

Così si punta a ridurre eventuali situazioni controverse che potrebbero coinvolgere nel caso coloro che hanno acquistato la merce indicata.

Il richiamo alimentare riguarda la riscontrata presenza del batterio che causa la Listeria monocytogenes. L’assunzione di alimenti così contaminati può portare al sorgere di situazioni di nausea, vomito, diarrea, mal di stomaco…nei casi più urgenti può esserci bisogno anche dell’intervento del pronto soccorso.

Richiamo alimentare, qual è il prodotto tolto dalle vendite

Il prodotto indicato è rappresentato da un formaggio. Si tratta del Pecorino stagionato al tartufo a marchio Deluxe. Il nome o la ragione sociale dell’OSA a nome del quale il suddetto prodotto è messo in commercio è LIDL Italia. E c’è un solo lotto interessato dal problema descritto all’interno della circolare del Ministero della Salute.

Il prodotto tolto dalle vendite
Il prodotto tolto dalle vendite (Foto Ministero della Salute)

Si tratta del TA222744, mentre il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore è indicato dalla sigla IT2929CE. Abbiamo anche il nome del produttore, che è l’azienda Rocca Toscana Formaggi s.r.l., con il suo stabilimento che è situato ad Arezzo.

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Ogni unità ha un peso in media di 180 grammi. Il peso infatti è variabile di esemplare in esemplare. E la data di scadenza o termine minimo di conservazione è indicato nel giorno 19/03/2023.

LEGGI ANCHE: Ritiro alimentare, situazione urgente per Listeria: attenzione FOTO

Come detto, nelle analisi del caso è emersa la presenza di Listeria monocytogenes, in quantità superiori a quello che è il limite massimo consentito. Chiunque abbia in casa uno o più pezzi di questo formaggio stagionato è tenuto a non consumarlo.

LEGGI ANCHE: Grande Fratello Vip 7: la cucina è un sogno | Ma il costo è folle

I prodotti coinvolti vanno restituiti al punto vendita dove è avvenuto l’acquisto, anche nel caso in cui non si disponga dello scontrino di acquisto. Così facendo i clienti potranno ottenere un rimborso oppure la possibilità di cambiare la merce non conforme alle regole con altro dello stesso valore.

CLICCA QUI per consultare la notifica di richiamo alimentare.