“Ringrazio mio marito che mi ha permesso di venire qui”: Elisa Isoardi sbotta

0
57
Elisa Isoardi marito La Prova del Cuoco
Elisa Isoardi sbotta con la concorrente a La Prova del Cuoco

La Prova del Cuoco, “Ringrazio mio marito che mi ha permesso di venire qui”: Elisa Isoardi sbotta con la concorrente

Elisa Isoardi marito La Prova del Cuoco
Elisa Isoardi sbotta con la concorrente a La Prova del Cuoco

In trasmissione a La Prova del Cuoco si è registrato un episodio alquanto singolare: una concorrente, mentre era ai fornelli, avvicinata da Elisa Isoardi, ha chiacchierato un po’ con lei davanti alle telecamere. Beh, fino a questo punto, tutto regolare. Poi, però, con molta leggerezza e forse senza pensarci troppo ha detto: “Voglio salutare mio marito e ringraziarlo perché mi ha permesso di venire qui, è un po’ ‘gelosino”. Ecco, quella frase non è passata inosservata. Anche perché, tra l’altro, eravamo anche nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Elisa ha detto la sua commentando la frase della donna.

“Ringrazio mio marito che mi ha permesso di venire qui”

Quella frase non poteva passare inosservata: il pubblico ha cominciato a manifestare un certo dissenso. Infatti, si sentiva un bel po’ di ‘vociare’. A quel punto, Elisa Isoardi non poteva far finta di niente e, come sempre, ha detto la sua senza remore: “Beh, se è geloso peggio per lui, non devi ringraziarlo perché ha fatto solo il suo dovere”. Così, la conduttrice risponde ad una frase che, proprio nel giorno in cui tutti sembrano maggiormente sensibilizzati sul delicato tema della violenza sulle donne. Possibile che, nel 2019, un marito abbia ancora la facoltà e il potere di decidere cosa possa fare o meno sua moglie? La frase della donna che molto probabilmente non ha neanche pensato troppo a quello che stava dicendo ha fatto scatenare una vera e propria polemica su Twitter, con tanti messaggi per lei in cui si esprimeva dissenso per quella affermazione. Elisa Isoardi ha risposto e reagito nel modo giusto, secondo gli utenti social, ma siamo sicuri che basterà?