Con il rosmarino puoi fare una cosa incredibile: fallo bollire e guarda che succede

Hai mai provato a mettere il rosmarino nell’acqua bollente? Tutte le sue proprietà organolettiche emergono per un risultato bomba incredibile.

Rosmarino nell'acqua calda trucco cucina
Rosmarino nell’acqua calda (Foto di Giuseppe AdobeStock)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Se vogliamo proprio entrare nello specifico tassonomico, il rosmarino fa parte della Rosmarinus officinalis, classificandosi come una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae.

Si tratta tra tutte le spezie di uno di quelle più aromatiche e persistenti, tanto da essere amatissimo in ambito culinario per impreziosire arrosti, ragù di carne, pesce alla griglia. Ma anche per realizzare salse allo yogurt oppure dessert dal sapore pungente magari accostato al limone.

Ma se proprio dobbiamo analizzare questa pianta in ogni sua sfaccettatura, c’è da credere che si tratta di un vero e proprio jolly dai mille risvolti ed usi, non solo dietro i fornelli in cui siamo abituati ad associarlo.

Un trucco furbo della nonna lo vorrebbe messo in ebollizione nell’acqua per 5 minuti appena, quello che se ne ricava è un vero toccasana che può essere impiegato a casa in svariate occasioni che ora ci accingiamo a illustrare nel dettaglio per aiutarvi a velocizzare molte delle operazioni quotidiane di routine casalinga.

Rosmarino nell’acqua calda, mille usi un solo prodotto

Studi in vitro hanno attribuito agli elementi bioattivi 8 acidi carnosico, ursolico e betulinico) del rosmarino importanti poteri antibiotici che sono aumentati in modo esponenziale anche negli oli essenziali che lo contengono in dosi massicce.

Tè rosmarino riduce zuccheri
Tè al rosmarino (Foto da Mescioglu per AdobeStock)

PER NON PERDERTI NESSUN AGGIORNAMENTO SEGUICI SUL NOSTRO INSTAGRAM

Questo effetto viene potenziato soprattutto quando il rosmarino viene fatto bollire (ben pulito) all’interno di un pentolino di acqua per appena pochi minuti.

Se filtrate l’acqua diventa un ottimo decotto da bere in caso di necessità per smorzare i dolori addominali legati al ciclo e patologie dalla connotazione infiammatoria soprattutto del sistema respiratorio (asma bronchiale e tosse).

Questo decotto ha anche un’importante azione analgesica da usare in caso di male ai denti, alla testa oppure alle articolazioni. I medici suggeriscono di berlo anche tre volte al giorno per avere degli effetti costanti e immediati sul corpo.

Bevuto invece prima di andare a dormire, ha una forte azione attenuante sui livelli di ansia e depressione, così come un effetto benefico sulla qualità del sonno.

Ricordiamo anche che l’acqua in cui viene fatto bollire questa pianta può essere usata per nebulizzare i capelli bagnati (prima dello shampoo) e dare forza e vigore al cuoio capelluto magari troppo grasso o con evidenti segni di infezione batterica.

Un cucchiaio di decotto però lo si può anche aggiungere anche ad una base di miele o yogurt per una maschera setosa per i capelli che diventeranno belli puliti, igienizzati e profumati.

Capelli sempre sporchi 10 rimedi naturali
Capelli igienizzati a fondo (Foto di Natallia AdobeStock)

Se invece in casa ci sono cattivi odori, avete magari cucinato del pesce o fatto una frittura, potete tenere la pentola ancora calda sopra il fornello. Questo trucco economico e casalingo permetterà di assorbire i fumi e disperdere ogni sentore acre presente nella stanza.