Sale nell’acqua per la pasta: quando va aggiunto e perché

Sale nell’acqua per la pasta: quando va aggiunto e perché

LA PREPARAZIONE
di Marco

Quando bisogna aggiungere il sale nell’acqua per la cottura della pasta? Esiste un momento preciso, bisogna fare molta attenzione a questo passaggio.

Sale acqua pasta
Quando aggiungere il sale all’acqua per la pasta

L’Italia è la patria della pasta. Ci sono pastifici sparsi in tutta la nostra penisola e siamo campioni d’esportazione in tutto il mondo. Insomma, il nostro è un prodotto unico che ci invidiano tutti. Le famiglie italiane hanno il culto della tavola e del mangiare insieme. Del riunirsi, del confrontarsi davanti a un piatto di spaghetti al pomodoro. Certo, però, non è detto che non possiamo commettere degli errori con la preparazione del piatto tipico italiano. Sappiamo sicuramente come servirlo, ma qualche errore può sempre scappare, soprattutto quando abbiamo fretta e magari siamo sotto pressione. Tuttavia, niente paura, vi diamo adesso un consiglio molto utile per la buona riuscita di un piatto dal punto di vista del sale. Sì, perché forse alcuni lo sottovalutano ma è un fattore molto importante ed esiste un momento preciso in cui aggiungerlo all’acqua in ebollizione.

LEGGI ANCHE: Come riconoscere un polpo fresco in pescheria: due indizi fondamentali

Quando aggiungere il sale all’acqua per la pasta

La cucina non è matematica. Per cui, bisogna ragionare spesso col cuore, coi sentimenti. Anche quando caliamo la pasta per mangiare: ci si regola un po’ con la fame che si avverte in quel momento. Non si usa mica la bilancia! Col sale, però, bisogna fare attenzione. Sappiamo bene che mangiarne in grandi quantità fa male, molto male. Potrebbe portarci problemi di pressione sanguigna, per esempio. Non bisogna esagerare. Allo stesso tempo, comunque sia, non possiamo mica mangiare della pasta insipida: il sapore non è affatto buono.

Per quanto riguarda il sale nell’acqua di cottura della pasta, è bene sapere che va aggiunto quando l’acqua è già in ebollizione. Oppure, come suggeriscono diversi chef, verso la fine della cottura. Il motivo? Il sale evapora. Per cui, se lo aggiungiamo troppo presto, il suo effetto svanirà nel vapore acqueo prodotto dall’acqua in ebollizione. E’ per questo motivo, infatti, che va aggiunto sempre verso fine cottura.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post