Salute del cervello: meno grassi e zuccheri aiutano la mente

Salute del cervello: meno grassi e zuccheri aiutano la mente

di Ivana Tramontano

Mangiare in modo sano fa bene al cervello e alla salute mentale. Un recente studio ha scoperto che c’è una “relazione diretta” tra mangiare bene e stress, salute mentale e funzione cerebrale.

Esperti di tutta Europa, guidati dall’Università di Göteborg in Svezia, hanno affermato che questa relazione è stata stabilita saldamente in alcune aree, ma è più vaga in altre. La dieta chetogenica, ad esempio, può aiutare i bambini con epilessia, mentre una carenza di vitamina B12 potrebbe contribuire alla scarsa memoria. Mentre la dieta mediterranea – che prevede bassi contenuti di zucchero, carne rossa e grassi saturi – può proteggere dall’ansia e dalla depressione.

I ricercatori hanno affermato che non c’erano prove sufficienti a spiegare perché i cibi avessero determinati effetti e che le nuove scoperte fossero “urgentemente necessarie”. Tuttavia, molte credenze comuni sugli effetti sulla salute di determinati alimenti non sono supportate da prove concrete. I ricercatori hanno affermato che affermazioni come il fatto che mangiare più zucchero potrebbe peggiorare l’ADHD non sono state supportate da studi a lungo termine. E ci sono stati anche risultati “diversi” sugli effetti degli integratori di vitamina D sull’autismo o sul potere della memoria.

Lo studio, che ha coinvolto scienziati del University Medical Center Groningen in Germania e della Radboud University, dell’University College di Cork in Irlanda e dell’Università di Birmingham in Inghilterra, ha preso in considerazione i risultati di dozzine di studi. Ha scoperto che il grasso e lo zucchero possono peggiorare l’ADHD mentre gli integratori di frutta, verdura e vitamine riducono l’aggressività, ma hanno affermato che la prova di questi legami è debole.

Sta diventando chiaro che le conseguenze negative di una dieta di scarsa qualità possono compromettere la salute mentale e la funzione cognitiva, che probabilmente [peggioreranno] con l’età. È interessante notare che la nutrizione e, in particolare, la malnutrizione e l’obesità, sono strettamente intrecciate con la regolazione dell’umore e la sensibilità allo stress, suggerendo un forte legame tra dieta, metabolismo e benessere mentale.”

Il team ha suggerito che non assumere i nutrienti adeguati dal cibo potrebbe significare che alcune sostanze chimiche potrebbero non essere disponibili per la crescita sana del cervello o che mangiare cibi malsani potrebbe rilasciare ormoni che cambiano l’umore delle persone. Negli adulti sani gli effetti dietetici sulla salute mentale sono piuttosto piccoli e ciò rende difficile il rilevamento di questi effetti. Dobbiamo anche considerare la genetica: sottili differenze nel metabolismo possono significare che alcune persone rispondono meglio ai cambiamenti nella dieta rispetto ad altri.

Attiva modalità lettura

Fai il login e salva tra i preferiti questo post